Salaria, ingorghi perenni: ecco il progetto per superare l’imbuto e liberare il quadrante dal caos

La proposta di Roma Servizi per la Mobilità per la riorganizzazione dello svincolo all’altezza del Poligrafico: inversione di marcia immediata

foto: Roma Servizi per la Mobilità

Consentire l’immediata inversione di marcia liberando così lo svincolo della Salaria all’altezza del Poligrafico dello Stato dai perenni ingorghi: quelli che, soprattutto nelle ore di punta, costringono centinaia di automobilisti a rimanere fermi in coda congestionando l’intero quadrante.

Via Salaria: ingorghi perenni

Roma Servizi per la Mobilità ha presentato in commissione capitolina il progetto per rendere la viabilità di quel tratto nevralgico della Salaria, dove si concentrano grandi aziende come Poligrafico, l’Enav, Invitalia e concessionarie di auto, più scorrevole. 

A creare “l’imbuto” l’attuale schema di viabilità che costringe chi arriva dal Centro ed è diretto al Poligrafico ad arrivare fino all’aeroporto dell’Urbe per fare inversione di marcia. Circa due chilometri di strada, peraltro molto trafficata, tra andata e ritorno, che si potrebbero evitare creando un apposito svincolo che immetta direttamente su via Marciana Marina.

La riorganizzazione dello svincolo di via Salaria

Il progetto definitivo di Roma Servizi per la Mobilità è pronto ed è stato già condiviso con i principali interessati: i lavoratori del Poligrafico dello Stato che da anni chiedono una soluzione al loro problema di mobilità. L’opera consentirebbe anche di riqualificare un intero quadrante dalle grandi potenzialità. Grazie al nuovo svincolo l’attuale aiuola, ora ridotta a parcheggio selvaggio, sarebbe riqualificata e piantumata. In zona è poi previsto il prolungamento della ciclabile che da piazza Sempione porta ora a via Salaria (altezza Prato della Signora) e consentirà l’arrivo in bici verso gli uffici. Con lo svincolo verso via Marciana Marina anche i ciclisti potrebbero attraversare via Salaria in completa sicurezza. Ancora da sciogliere il nodo relativo alle risorse da impiegare per la realizzazione dell'opera: Roma Servizi per la Mobilità, così si apprende sul sito, non esclude l’intervento dei privati “grazie alla sponsorizzazione di una concessionaria automobilistica ma - chiarisce - il punto sui fondi è ancora da definire del tutto”. 

La rinascita di via Salaria: strada e stazioni

La riorganizzazione dello svincolo della Salaria potrebbe rappresentare il primo passo verso l’attesa riqualificazione dell’intera arteria. “Luci sulla Salaria” - lo slogan scelto dal Municipio III anch’esso al lavoro per scrivere un nuovo capitolo della consolare romana. Punta alla mobilità su ferro Piazza Sempione: “L’attenzione dovrebbe essere posta anche a quelle fermate del treno - Fidene, Settebagni e Nuovo Salario - così vicine ma  non accessibili ai fruitori. Occorrerebbe un intervento per collegare questi spazi direttamente con le stazioni di che sono lì al ridosso ma - aveva sottolineato il minisindaco del Roma Montesacro, Giovanni Caudo - non consentono ai passeggeri di arrivare sulla Salaria, rendendo di fatto quantomeno arduo raggiungere un’eccellenza come la facoltà di Ingegneria Aerospaziale dell’Università La Sapienza di Roma oppure l’istituto Poligrafico”. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento