Lunedì, 27 Settembre 2021
Notizie

Da Roma a Capo Nord in Ferrari in meno di 49 ore: il pilota Fabio Barone sfida Google Maps

Il presidente del club Passione Rossa partirà venerdì pomeriggio dai Fori Imperiali, obiettivo coprire 4.400 km in un tempo inferiore a quello calcolato da Google Maps

Da Roma a Capo Nord in meno di 49 ore sfrecciando su una Ferrari F8 Tributo: è la sfida che il “recordman” Fabio Barone, presidente del club Ferrari “Passione Rossa”, ha lanciato nientemeno che a Google Maps.

Il pilota romano, già detentore di tre “Speed World Record” sulle strade più pericolose del mondo, ha deciso di tentare l’impresa di percorrere 4.400 km (e cioè la distanza che divide Roma da Capo Nord) in meno tempo rispetto a quello indicato da satellite dalla celebre app di navigazione di Google, senza mai sgarrare sui limiti di velocità.

Partenza dai Fori Imperiali, arrivo a Nordkapp

La partenza è fissata per le 17 di venerdì 4 settembre dai Fori Imperiali, l’arrivo è previsto lunedì 6: ad accompagnare Barone, 49 anni, il co-pilota Alessandro Tedino, in un percorso che dalla Capitale si snoda tra Austria, Germania, Svezia e Norvegia, sino a raggiungere Nordkapp tra le 16 e le 18 di lunedì 6 settembre (ora italiana).

“L’idea è nata ispirandoci a una rivista storica della Fiat del lontano 1953 che narrava di quattro giovani audaci che a bordo di una Balilla partirono da Roma e giunsero fino a Capo Nord, tornando nella capitale dopo 45 giorni di viaggio - ha spiegato Barone - Per l'epoca una vera e propria impresa. Da qui l’idea per un’impresa senza precedenti: riuscire a colmare la stessa distanza che la vettura virtuale di Google Maps afferma di coprire in 49 ore in un lasso di tempo inferiore, il tutto mantenendo i regolari limiti di velocità in ogni nazione”.

Il pilota romano ha già affrontato imprese da record: nel 2015 ha percorso la Transf?g?r??an, la strada nazionale della Romania che si snoda nel nord della Transilvania, arrivando sino alle pendici del castello di Dracula, e l'anno successivo ha scalato la Tianmen Mountain Road, uno dei percorsi più pericolosi al mondo, affrontando le sue 99 curve e passando da 200 a 1300 metri di altezza. Nel 2018 ha ottenuto il terzo primato di velocità fra gli spettacolari Canyon della Valle del Dades, in Marocco, e lo scorso giugno ha percorso in un minuto e 30 secondi i tornanti del monte San Biagio, in Basilicata, sino ad arrivate alla statua del Cristo Redentore.

Porta di Roma, la Galleria diventa museo

L’evento verrà interamente trasmesso in streaming in diretta sulle piattaforme di Passione Rossa con il monitoraggio della Federazione Italiana Cronometristi o sui maxi schermi allestiti al centro commerciale Porta di Roma. Per l’occasione,  la Galleria di Porta di Roma si trasformerà in un museo in cui sarà, per la prima volta dopo il restauro, la Fiat Balilla 508 del 1932, che nel 1953 fu utilizzata dai quattro ragazzi protagonisti della spedizione a Capo Nord e in Lapponia.

In mostra anche due Vespa Piaggio, parte della collezione del museo Scuderia Traguardo di Amelia così come la Fiat Balilla, anche loro protagoniste di imprese importanti a Capo Nord nel 2014 per la promozione del territorio Amerino, mentre al termine della nuova sfida sarà esposta la Ferrari F8 Tributo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Roma a Capo Nord in Ferrari in meno di 49 ore: il pilota Fabio Barone sfida Google Maps

RomaToday è in caricamento