Coronavirus, benzinai annunciano lo sciopero: da mercoledì chiusi in autostrada, poi stop ovunque

Serrata generale, anche nella Capitale. L'annuncio di Faib-Confesercenti, Fegica-Cisl, Figisc/Anisa-Confcommercio, in piena emergenza covid

Immagine d'archivio

Serrata per i benzinai in tutto il Paese, Capitale compresa, a partire da mercoledì notte. Gli impianti di rifornimento carburanti "cominceranno a chiudere: da mercoledì notte quelli della rete autostradale, compresi raccordi e tangenziali, e, via via, tutti gli altri anche lungo la viabilità ordinaria". 

L'annuncio dai gestori delle stazioni di servizio rappresentati dai sindacati Faib-Confesercenti, Fegica-Cisl, Figisc/Anisa-Confcommercio, in piena emergenza coronavirus. "Da soli non siamo più nelle condizioni di assicurare nè il necessario livello di sicurezza sanitaria nè la sostenibilità economica del servizio" scrivono i rappresentanti sindacali e di categoria. 

In particolare, le sigle dicono di voler tutelare "100.000 persone che hanno continuato a fare il loro lavoro, ridotto mediamente dell'85%, a rischio della propria incolumità e mettendo in pericolo la propria salute, presidiando fisicamente il territorio, rimanendo dove sono sempre state e dove ogni cittadino di questo Paese è abituato a trovarle ogni giorno, vale a dire in mezzo alla strada".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stupro a Villa Gordiani, trascinata e violentata mentre corre nel parco in pieno giorno

  • Volante della polizia insegue rapinatori e si schianta contro un'altra auto: morta 14enne, cinque feriti

  • Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

  • Zona arancione per Roma e il Lazio? Parametri ancora al limite. D'Amato: "Rt a 0.98. Aumentano i focolai"

  • Coronavirus, il Lazio rischia di tornare zona arancione. In aumento le varianti inglese e brasiliana a Roma

  • Sciopero a Roma: lunedì 8 marzo a rischio bus, metro e tram. Tutte le informazioni

Torna su
RomaToday è in caricamento