rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Notizie

Ecobonus auto: dalla regione dai 1000 ai 3500 euro per l'acquisto di veicoli non inquinanti

Il bonus è riservato ai residenti a Roma e nella Valle del Sacco. Si tratta di un incentivo per la sostituzione di autovetture inquinanti per miglioramento dell'aria

Un milione di euro per incentivare l'acquisto di autovetture a basse emissioni e per rottamare quelle più inquinanti. E' l'iniziativa della regione Lazio, annunciata dall'assessora ambiente e risorse Naturali, Enrica Onorati. 

Si tratta di un bando, Eco Bonus Auto, che stanzia 1 milione di euro per l’erogazione di contributi a fondo perduto per l’acquisto di autovetture, dedicato ai residenti nei Comuni dell’ “Agglomerato di Roma” e “Valle del Sacco”, in base all’accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nella Regione Lazio. "Vogliamo incentivare la sostituzione di autovetture inquinanti con veicoli a base emissioni", spiega l'assessora Onorati, "in un percorso di innovazione, promuovendo la rottamazione di un veicolo a benzina, fino a Euro3 incluso, e diesel, fino a Euro5 incluso, con il conseguente acquisto di un autovettura – nello specifico, categoria M1 – di nuova immatricolazione a basse emissioni".

L'iniziativa rientra nel progetto LazioGreen. "Abbiamo voluto predisporre uno strumento immediatamente operativo", spiega l'assessora, "e di facile esecuzione, semplificando al massimo le procedure amministrative, realizzando una apposita piattaforma www.regione.lazio.it/ECOBONUSAUTO su cui i cittadini potranno in pochi semplici passaggi accedere al contributo".

Beneficiari sono i soggetti privati (persone fisiche) residenti nei Comuni appartenenti all’ “Agglomerato di Roma” e Zona “Valle del Sacco” che rottamano un veicolo per il trasporto di persone con alimentazione a benzina fino ad Euro 3 incluso o diesel fino ad Euro 5 incluso e acquistano un’autovettura di nuova immatricolazione di categoria M1, in grado di garantire zero o bassissime emissioni di inquinanti relativamente a gli ossidi di azoto, l’anidride carbonica (CO2) e il PM10. 

La residenza in uno dei Comuni individuati deve essere posseduta al momento della presentazione della domanda e riportata sul libretto di circolazione della nuova autovettura acquistata. Il soggetto beneficiario deve inoltre essere in regola con il pagamento della tassa automobilistica. Ciascuna persona fisica può presentare solo una domanda di contributo, che va da un minimo di 1.000  a un massimo di 3.500 euro, e i contributi sono cumulabili con altri incentivi diversi dal nostro.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecobonus auto: dalla regione dai 1000 ai 3500 euro per l'acquisto di veicoli non inquinanti

RomaToday è in caricamento