Cityscoot lascia Roma: "Ci concentriamo su città dove la domanda è più dinamica"

L'annuncio della startup francese: "Purtroppo, dalla fine dell'isolamento, la nostra attività a Roma non è mai tornata agli standard storici, a differenza di tutte le altre città in cui operiamo"

Lo sharing della Capitale perde uno dei suoi operatori. Si tratta di Cityscoot, startup francese dello scooter sharing, che ha oggi annunciato l'intenzione di lasciare Roma, a poco più di un anno dal suo arrivo, con tanto di presentazione della sindaca Virginia Raggi. Un annuncio dai toni pacati, ma che racconta una verità amara: nella città eterna appare impossibile cambiare abitudini di mobilità. 

Sono alcuni passaggi del comunicato dell'azienda a raccontare la difficoltà di operare a Roma. "Cari utenti nonostante tutti i nostri sforzi per offrire un servizio di qualità con un gran numero di scooter elettrici a disposizione della città di Roma e un team qualificato impiegato sul posto, non siamo riusciti a cambiare le abitudini di mobilità". Colpo mortale il lockdown: "Purtroppo, dalla fine dell'isolamento, la nostra attività a Roma non è mai tornata agli standard storici, a differenza di tutte le altre città in cui operiamo". 

A Roma nessuna ripresa, nelle altre città sì. Ed anche per questo Cityscoot spiega che "come operatore privato, non possiamo mantenere le nostre attività in questo contesto e dobbiamo concentrarci su altre città dove il bisogno è maggiore e la domanda è più dinamica". Solo a Milano, un mese fa, è stato annunciato l'arrivo di ulteriori 1500 scooter.

Nel 2017 fu Eni che, dopo aver registrato la media di un noleggio al giorno per ogni mezzo, scelse di sospendere il servizio di scooter sharing togliendo dalle strade della Capitale i suoi Piaggio Mp3 rossi. Nel 2018 è toccato al servizio di bike sharing di Obike che chiuse i battenti in tutto il mondo, lasciando a Roma il ricordo di centinaia di bici vandalizzate e abbandonate, quando non gettate nel tevere. 

Cityscoot spiega che "chi volesse cancellare il profilo e tutti i dati puo' rivolgersi alla mail privacy-it@cityscoot.eu, mentre per chi dovesse essere in possesso di un pacchetto CityRider potrà utilizzarli in altre città in cui è presente il servizio o richiedere un rimborso ad assistenza@cityscoot.eu".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vaccini a Roma e nel Lazio: quando, dove, come prenotare. Tutte le informazioni

  • Roma e il Lazio rischiano di tornare in zona arancione dal 17 maggio. Ecco perché

  • Morti a 20 anni in un incidente sul raccordo, Simone Piromalli era testimone nel processo sull'omicidio di Luca Sacchi

  • Ater mette all'asta 22 appartamenti: da Garbatella a Montesacro tutti gli alloggi in vendita

  • Incidente sul Raccordo Anulare: scooter contro carroattrezzi, morti due 21enni

  • Omicidio Cerciello: ergastolo per i due americani. In lacrime la vedova del carabiniere ucciso

Torna su
RomaToday è in caricamento