Bollo auto dimezzato: quando (e per quali veicoli) è valida l'agevolazione

Sono pochi i veicoli ad aver diritto ad una riduzione del 50% della tassa automobilistica. Ecco a chi spetta la riduzione del tributo e cosa occorre per ottenere questo vantaggio

Dopo aver chiarito alcuni dubbi sulla revisione dell'auto, oggi vi parliamo del bollo, tributo locale che sono tenuti a pagare tutti i proprietari di autoveicoli e motoveicoli immatricolati in Italia. Eppure ci sono alcuni automobilisti che hanno diritto a pagare la tassa automobilistica al 50%

Bollo dimezzato: a chi spetta l'agevolazione

A chi spetta questa particolare agevolazione e perché? Cerchiamo di fare chiarezza. Sono in molti a credere che i possessori di un veicolo che abbia raggiunto o superato i 20 anni di età abbiamo diritto a pagare il bollo a metà, ma non è esattamente così.

La riduzione del 50% del bollo auto, è prevista solo e soltanto per quei veicoli ultraventennali per i quali sia stato rilasciato un certificato di rilevanza storica e collezionistica.

Impianto auto GPL: costi, revisione e tagliandi

Bollo auto e certificato di rilevanza storica: cos'è e come ottenerlo

Come riporta Il Sole 24 ore, sono cinque registri a poter rilasciare il certificato di rilevanza storica. Si tratta di ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI. Dopo che il proprietario di un autoveicolo sarà riuscito ad ottenere questa certificazione particolare che attesti la storicità del veicolo, dovrà far annotare l'iscrizione al registro storico sulla carta di circolazione (operazione che ha un costo) e, solo a questo punto, potrà usufruire della tariffa dimezzata.

Bollo auto dimezzato per vetture storiche a uso professionale

Da giugno 2019 i possessori di automobili storiche adibite ad uso professionale pagano il bollo auto al 50%. E' questa una novità introdotta dopo l'intervento del Ministero dell’Economia e delle Finanze con la Risoluzione n. 1/DF del 14 giugno riguardante la riduzione del 50% della tariffa per i veicoli di interesse storico e collezionistico con età compresa tra i 20 e i 29 anni.

In questo modo sono stati chiariti gli sviluppi della sentenza 122/2019 del 20 maggio scorso secondo cui la Corte Costituzionale ha stabilito che le Regioni possono decidere in maniera autonoma circa le esenzioni dal pagamento del bollo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Chi è Manolo Gambini il detenuto evaso da Rebibbia dopo aver scavalcato la recinzione

  • Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

  • Da oggi 14 nuove linee autobus a Roma. Ecco i percorsi delle linee S

  • Emanuele Lenzoni morto in un incidente sulla Tiburtina, l'appello della famiglia: "Cerchiamo testimoni"

  • Roma, la mappa del contagio: 37 quartieri con oltre 1000 casi. Ecco i municipi e le zone con più positivi

Torna su
RomaToday è in caricamento