Mercoledì, 28 Luglio 2021
Tasse

Ta.Ri, come e quando pagarla a Roma

Tutto quello che c'è da sapere sulla tassa sui rifiuti

La Ta.Ri, o Tassa sui Rifiuti, è attiva dal 2014 e ha sostituito la Tares (Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi). La tassa copre i costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento.

Il servizio, nel dettaglio, comprende lo spazzamento, la raccolta, il trasporto, il recupero, il riciclo, il riutilizzo, il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti.

La tariffa è commisurata alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie in relazione agli usi ed alla tipologia di attività svolta sulla base dei criteri determinati con il D.P.R. 158/1999ad oggetto: “Regolamento recante norme per la elaborazione del metodo normalizzato per definire la tariffa del servizio di gestione del ciclo dei rifiuti urbani.”

Nuova IMU 2020: cos'è e come pagarla

Chi deve pagare la Ta.Ri

La tassa è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali ed aree scoperte, adibiti a qualsiasi uso e suscettibili di produrre rifiuti urbani ed è corrisposta in base a tariffa commisurata ad anno solare.

Sono escluse dalla Tari le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative, e le aree comuni condominiali (di cui all’art. 1117 del codice civile) non detenute o occupate in via esclusiva.

Come calcolare le tariffe Ta.Ri a Roma

Sul sito di Ama Roma sono reperibili tutte le informazioni sulla Tari. Notizie su iscrizione, riduzioni ed esenzione. Regolamento per variazioni e cessazioni ed è possibile anche calcolare le tariffe Tari relative alla propria abitazione o azienda.

Come e dove pagare la Ta.Ri

A partire dal 2020 non è più AMA S.P.A Roma il beneficiario del versamento della Ta.Ri ,a Roma Capitale, questo perché tutti gli Enti della Pubblica Amministrazione devono adeguare i propri incassi, compresi quelli tributari, al nuovo sistema Pago PA. Sulla bolletta relativa alla prima semestralità del 2020, che sarà spedita non prima di settembre, saranno comunicate le nuove modalità di pagamento. Per il pagamento della tassa sui rifiuti non sarà più possibile l’addebito diretto della bolletta (RID – SEPA). Gli utenti che utilizzano la domiciliazione bancaria sono invitati dunque, a dare comunicazione di disdetta dell’addebito alla propria banca.

Tari ed emergenza Covid

In merito all'emergenza COVID-19, in attuazione delle direttive impartite con le Memorie n. 19 e 20 del 13.03.2020 e n. 21 del 27.03.2020 e con Deliberazione n. 99 del 29.05.2020 della Giunta Capitolina, Roma Capitale ha disposto in materia di TARI:

  • di posticipare l’invio degli avvisi bonari di pagamento della tassa sui rifiuti (Ta.Ri.) per l’anno 2020, indicando, per quelli relativi al primo semestre, la data di scadenza del 30 settembre 2020 e, per quelli relativi al secondo semestre, la data del 31 dicembre 2020;
  • di sospendere, fino al 30 settembre 2020, l’invio di avvisi di accertamento, ingiunzioni fiscali e avvisi di pagamento comunque denominati, con esclusione delle posizioni riguardanti le procedure concorsuali, ovvero nei casi in cui si ravvisi un concreto rischio di mancata riscossione delle entrate e di disporre che in ogni caso dovranno essere inviati gli atti relativi alle annualità a rischio prescrizione al 31 dicembre 2020;
  • di sospendere, per le entrate di cui al precedente punto, fino al 30 settembre 2020, i termini di versamento delle rate con scadenza dall’1 marzo al 30 giugno 2020 per avvisi/ingiunzioni già inviati/notificati e per i piani di rateazione già concordati; per le somme iscritte a ruolo valgono le norme nazionali.

Quanto indicato nelle comunicazioni pervenute agli utenti, incompatibile con le presenti disposizioni, deve ritenersi sospeso.

Tutte le informazioni sono reperibili su www.amaroma.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ta.Ri, come e quando pagarla a Roma

RomaToday è in caricamento