Scuole

Contributi per i libri di testo, ecco come richiederli

Tramite il sito del Comune di Roma è possibile fare richiesta dei cosiddetti "buoni libri". Tutte le informazioni

Studenti e famiglie possono richiedere alcuni contributi per l'acquisto dei libri necessari allo svolgimento dell'anno scolastico.

L'amministrazione di Roma Capitale, infatti, eroga i sussidi di cui all' art 27 della Legge 23 dicembre 1998 n. 448 che stabilisce che i Comuni provvedono a garantire la gratuità, totale o parziale, dei libri di testo in favore degli alunni e studenti frequentanti le scuole d'istruzione secondaria di I e II grado statali e private paritarie.

Tutte le scuole comunali a Roma: l'elenco completo

Requisiti e procedure

Posso accedervi quegli studenti residenti nel territorio di Roma Capitale e appartenenti a nuclei familiari con indicatore ISEE non superiore ad euro 10.632,94.

Nel periodo estivo viene pubblicata sul sito del Dipartimento la circolare rivolta alle famiglie, contenente la descrizione della procedura. Va infatti compilata e consegnata direttamente online - tramite il Portale di Roma Capitale, la domanda dei buoni libri e il contributo si riceve anche questo online. 

La procedura per l'ottenimento del buono libro digitale è articolata in due fasi: la prima per l'identificazione al portale (per chi non sia già identificata/o) e la seconda per la compilazione della domanda.  Ciascun avente diritto (genitore, tutore o esercente la responsabilità genitoriale) avrà l'obbligo di utilizzare i buoni libro personalmente, o mediante delega, presso gli esercizi autorizzati, munito di un documento di identità in corso di validità.

Per gli alunni che risiedono a Roma Capitale ma frequentano scuole ubicate nel territorio di altri Comuni la domanda dovrà ugualmente essere presentata, nei tempi previsti, attraverso la procedura on line e la/il richiedente potrà scegliere se utilizzare il codice-PIN presso una delle librerie convenzionate con Roma Capitale o acquistare direttamente i testi altrove e presentare successivamente al Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici istanza di rimborso corredata della fattura e del codice-PIN non "speso", tramite l'apposito modulo presente nella sezione modulistica e in allegato alla presente scheda.

Il valore dei buoni libro è determinato con riferimento agli importi, differenziati per classe di frequenza. Sul sito del Comune di Roma è disponibile la tabella con tutti i dettagli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contributi per i libri di testo, ecco come richiederli

RomaToday è in caricamento