Martedì, 16 Luglio 2024
Asili nido

Come iscrivere i figli all'asilo nido a Roma: informazioni e procedure

Tutte le informazioni utili per iscrivere i propri bambini all'asilo nido comunale o privato a Roma

Terminati i mesi di maternità, sono molte le mamme e i papà che decidono di iscrivere il proprio bambino all'asilo nido. I nidi d'infanzia sono quelle strutture che accolgono i bambini dai 3 mesi di età (ad esclusione di alcuni privati che prendono i bimbi solo dopo il compimento dell'anno). Si tratta di luoghi sicuri, a norma, creati su misura per i più piccoli e che li accompagnano nella prima fase di crescita e di scolarizzazione fino al compimento dei 3 anni (quando arriva per loro il tempo di passare alla scuola materna).

I nidi di ogni città, Roma compresa, si suddividono in comunali e privati. In entrambi i casi, comunque, i bambini per accedervi devono essere in regola con le vaccinazioni obbligatorie. Ricordiamo, inoltre, che l'asilo nido - così come la scuola materna - non rientra nella cosiddetta "scuola dell'obbligo".

Come iscrivere i bambini al nido comunale a Roma

I genitori che vogliono iscrivere i propri bambini agli asili nido comunali di Roma, dovranno per prima cosa accedere al sito di Roma Capitale, identificarsi al portale (o registrarsi per ricevere le credenziali) e poi procedere con la domanda di iscrizione. Quest'ultima dovrà essere presentata da genitore, tutrice/tutore, affidataria/affidatario, esclusivamente on-line, attraverso il portale di Roma Capitale (www.comune.roma.it), Servizi on line- Iscrizioni e Graduatorie Nidi Capitolini e sezioni ponte.

E' importante sapere che le iscrizioni devono avvenire in un arco di tempo preciso (qui tutti i dettagli sull'iscrizione ai nidi comunali per l'anno 2023/2024). Il Servizio Nido è rivolto a tutti i bambini residenti nel territorio di Roma Capitale di età compresa tra i 3 mesi ed i 3 anni, in regola con le vaccinazioni obbligatorie stabilite dalla legge n. 119 del 31 luglio 2017,  appartenenti a nuclei familiari con almeno un genitore/tutore/affidatario residente nel territorio di Roma Capitale.

Procedura di iscrizione ai nidi comunali di Roma

Il bando d'iscrizione 2023-2024 ha introdotto delle novità e ridotto il divario di punteggio tra famiglie in cui lavorano entrambi i genitori e famiglie in cui ne lavora solo uno. Modifiche anche per quanto riguarda il territorio di residenza e non solo.

Tra le novità del bando c'è la possibilità per le famiglie di presentare domanda in un Municipio anche diverso da quello di residenza o domicilio, scegliendo fino a 6 nidi presso cui si desidera iscrivere il bambino o la bambina tra quelli presenti nell’elenco pubblicato sul Portale Istituzionale di Roma Capitale. Le famiglie potranno inoltre effettuare una settima opzione di scelta, indicando un servizio educativo presente in altro Municipio.

Si prevede inoltre la possibilità di presentare la domanda di iscrizione, oltre che per i residenti, anche per i bambini e le bambine domiciliati nel territorio di Roma Capitale. In continuità con la delibera sulla scuola d'infanzia, si è scelto poi di consentire l'iscrizione ai soggetti con residenza fittizia, privi di codice fiscale o meritevoli di tutela così come individuati nella Direttiva 1/2022 del Sindaco.

La possibilità d’iscrizione viene per la prima volta estesa anche ai casi in cui un genitore presti solo l’attività lavorativa nel territorio capitolino e ai non residenti né domiciliati nel territorio di Roma Capitale, qualora residenti o domiciliati in un Comune limitrofo. Quest'ultima opportunità è comunque legata alla disponibilità di posti e sulla base di intese tra i comuni interessati.

Priorità di accesso ai servizi educativi con il riconoscimento di un punteggio dedicato anche per i casi in cui uno o entrambi i genitori devono ancora conseguire il diploma o un titolo equipollente, e per i casi di condizione di detenzione di uno o di entrambi i genitori o di altre situazioni familiari individuate dai comuni, dai consultori, dalle case-famiglia, dalle case rifugio o dai centri antiviolenza, o per bimbi e bimbe orfani di femminicidio. Viene infine riconosciuta ai fini del punteggio la condizione di gravidanza delle donne al momento della domanda e si introduce un punteggio specifico per i bambini e le bambine che hanno un fratello o una sorella con disabilità.

Asili nido privati a Roma

Tutto cambia se parliamo di Asili nidi privati a Roma dove l'iscrizione si può fare tutto l'anno, se c'è ancora disponibilità di posti, e i costi e gli orari dipendono dalla singoa sttruttura.

Clicca qui per vedere l'elenco dei nidi comunali e privati aziendali accreditati convenzionati

Clicca qui per vedere l'elenco dei nidi privati autorizzati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come iscrivere i figli all'asilo nido a Roma: informazioni e procedure
RomaToday è in caricamento