Imprese

Come aprire un B&B a Roma

Requisiti, procedure e tutto ciò che occorre per aprire un bed & breakfast nella Capitale

Avere una casa, una villetta, un appartamento a disposizione, libero, e voler creare un B&B. E' questa una scelta imprenditoriale che attrae molti, anche coloro che non hanno mai avuto esperienze con la gestione di un'azienda propria.

Il Bed & Breakfast è sicuramente un buon modo di fare impresa. Questo genere di strutture sono molto apprezzate dagli utenti, infatti, per il loro essere easy, economiche, informali, dislocate in tutta Roma, dal centro alla periferia. Ma come si fa ad aprire un B&B nella Capitale?

Aprire un Bed & Breakfast è più semplice di aprire un albergo, ma non è comunque un gioco da ragazzi. E' necessario seguire determinate regole per trasformare la propria abitazione in una "struttura ricettiva extralberghiera" ed essere in possesso di determinati requisiti.

Imprenditoria femminile: come avviare una nuova attività a Roma

Come aprire un B&B

E' necessario consultare la legge regionale che regola questo tipo di struttura, per poi recarsi presso lo Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) del comune di appartenenza per presentare la Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), un’autocertificazione che sostituisce ogni atto di autorizzazione o licenza.

L’Amministrazione Pubblica dovrà accertare, entro 60 giorni dal ricevimento, il possesso e la veridicità dei requisiti dichiarati ed eventualmente adottare. L’ultimo passo procedurale riguarda l’avvio delle pratiche, gestite Uffici Turistici locali, per la classificazione della struttura e la comunicazione degli ospiti alle Autorità di Pubblica Sicurezza.

Requisiti per aprire un B&B

Gli immobili utilizzati per il B&B devono essere in regola con i requisiti urbanistico-edilizi, igienico-sanitari e di sicurezza prescritti per le abitazioni. Può avere da 3 a 6 camere per un massimo di 6/20 posti letto (a seconda della legge regionale di riferimento), adeguatamente arredate. È prevista una superficie minima in rapporto ai posti letto (14 mq per la camera doppia, 8 mq per la singola). Gli ospiti devono poter accedere alla propria stanza senza attraversare altre camere da letto o servizi destinati alla famiglia o ad altri ospiti.

Il titolare deve avere la residenza presso il B&B, ma alcune Regioni consentono ai gestori di risiedere anche in immobili vicini alla struttura. In ogni caso il gestore deve essere sempre reperibile per gli ospiti. Il servizio offerto nei B&B comprende soltanto la prima colazione. 

Qui il regolamento regionale delle strutture ricettive extraalberghiere

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

RomaToday è in caricamento