Documenti

Porto d'armi: come richiedere il rinnovo a Roma

Tutte le informazioni per richiedere o rinnovare il porto d'armi per uso venatorio, uno sportivo e difesa personale

La licenza di porto d'armi è quella che permette ai cittadini di possedere un'arma e di portarla anche al di fuori della propria abitazione. Per il rilascio e il rinnovo di tale licenza è necessario avere determinati requisiti che sarà compito dell'Ufficio Armi della Questura o della Prefettura controllare.

Esistono tre tipi di licenza per il porto d'armi: 

  • porto d'armi per “uso sportivo” (Licenza di porto di fucile per il tiro a volo)
  • porto d'armi per “uso venatorio” (Licenza di porto di fucile anche per uso di caccia)
  • porto d'armi per “difesa personale” (Licenza di porto di pistola o rivoltella per difesa personale)

Come chiedere il cambio di residenza a Roma

Licenza di porto d'armi per uso sportivo

Questa licenza, rilasciata dal Questore, permette di esercitare il tiro a volo e il tiro a segno. In particolare, per il tiro a segno è necessario iscriversi presso una Sezione di Tiro a Segno Nazionale o presso un'associazione di tiro iscritta ad una federazione sportiva affiliata al CONI. La licenza di porto di fucile con canna ad anima liscia per il tiro a volo autorizza il titolare al porto delle sole armi idonee all'esercizio della specifica attività di tiro. La licenza ha una validità di 5 anni.

Rinnovo porto d'armi per uso sportivo:

Questa licenza si rinnova alla scadenza del 6° anno. Per la domanda di rinnovo, che deve essere presentata prima della scadenza, va prodotta la stessa documentazione prevista per il rilascio, ad eccezione della certificazione relativa all'idoneità al maneggio delle armi e la dichiarazione di non essere stato riconosciuto "obiettore di coscienza" oppure l'istanza di revoca dello status di obiettore, trasmessa all'Ufficio Nazionale per il servizio civile.

Licenza di porto d'armi per uso venatorio

E' una licenza che autorizza al porto di fucile per uso di caccia nei periodi di apertura della stagione venatoria.

Rinnovo porto d'armi per uso venatorio:

La licenza si rinnova alla scadenza del 6° anno; nel periodo di validità viene rinnovata automaticamente con il pagamento annuale della tassa di concessione governativa. Per la domanda di rinnovo, che deve essere presentata prima della scadenza del titolo, va prodotta la stessa documentazione prevista per il rilascio, ad eccezione della certificazione attestante l'abilitazione all'esercizio dell'attività venatoria, la certificazione relativa all'idoneità al maneggio delle armi e la dichiarazione di non essere stato riconosciuto "obiettore di coscienza", oppure l'istanza di revoca dello status di obiettore, trasmessa all'Ufficio Nazionale per il servizio civile.

Licenza di porto d'armi per difesa personale

Per ottenere il porto d'arma per difesa personale è necessario essere maggiorenni ed avere una ragione valida e motivata che giustifichi il bisogno di andare armati. L'autorizzazione, rilasciata dal Prefetto, permette il porto dell'arma fuori dalla propria abitazione e ha validità annuale. Il modulo, disponibile sul sito della polizia di stato o anche presso la Questura, il Commissariato di Pubblica Sicurezza o la stazione dei Carabinieri, può essere consegnato nei sopracitati uffici in diversi modi:

  • direttamente a mano: l'ufficio rilascia una regolare ricevuta
  • per posta raccomandata con avviso di ricevimento
  • per via telematica, con modalità che assicurino l'avvenuta consegna

Rinnovo porto d'armi per difesa personale:

Per il rinnovo annuale (nei 5 anni di validità del libretto), deve essere seguita la stessa procedura indicata per il 1° rilascio, con la sola differenza che non è più necessario dimostrare il possesso dell'idoneità al maneggio delle armi e presentare la dichiarazione di non essere stato riconosciuto "obiettore di coscienza". La domanda di rinnovo deve essere presentata prima della scadenza del titolo. In occasione del rinnovo annuale che coincide con la scadenza del libretto, dovranno essere allegate anche le due foto tessera e la ricevuta del versamento per il pagamento del libretto.

Maggiori informazioni sul sito della Polizia di Stato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto d'armi: come richiedere il rinnovo a Roma

RomaToday è in caricamento