rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
mobilità

Moovit e Metro insieme al servizio degli utenti dei mezzi pubblici

Il free press gratuito e l'applicazione condivideranno strumenti per razionalizzare i tempi di attesa, trovare i percorsi migliori e informare al meglio i viaggiatori

Metro è il giornale gratuito più letto nel mondo. Moovit è l'applicazione numero uno in italia per il trasporto pubblico. Cos'hanno in comune? Che da adesso iniziano a collaborare. Lo scopo di questa sinergia è quello di agevolare la vita, spesso difficile, degli utenti dei mezzi pubblici. "Si tratta di un'idea nata meno di dieci giorni fa", ha sottolineato Giampaolo Roidi direttore del quotidiano, "Metro e Moovit guardano agli utenti di autobus e metropolitane. Non si poteva non fare qualcosa insieme".

Del resto sia l'uno che l'altro sono presenze sostanziose nelle vita dei viaggiatori. In particolare per quelli della Capitale che passano più di sei giorni all'anno ad aspettare mezzi per raggiungere le mete più diverse. Lo scopo di Moovit è proprio razionalizzare i tempi di attesa e quindi pianificare al meglio i proprio spostamenti. "E lo fa seguendo due semplici regole", ha sottolineato Samuel Sed Piazza Country Manager di Moovit, "quelle della cooperazione e condivisione. Non solo infatti collabora con la municipalità, ma sfrutta anche le informazioni condivise dagli stessi utenti". Questo garantisce contenuti precisi e in tempo reale che rispondono a due semplici domande: quando arriva il mio autobus? E qual è il tragitto più veloce?

Adesso a queste due domande si può rispondere anche attraverso il sito di Metro. Qui gli utenti trovano infatti due nuovi strumenti: il primo è un pianificatore di percorso che consente appunto di scegliere la strada più veloce per raggiungere la meta. Ma è il secondo quello veramente innovativo: il redar del trasporto pubblico. Questo monitora in tempo reale i flussi di traffico sulle arterie principali da e verso Termini. Di contro anche gli affezionati e i nuovi utenti di Moovit trarranno qualcosa da Metro. Potranno infatti godere, attraverso l'app, di un flusso di notizie costanti che, partendo a giugno con i mondiali, diventeranno maggiori a partire da settembre.

Insomma i tempi di attesa non si ridurranno, i servizi e le infrastrutture del trasporto pubblico non miglioreranno. Ma almeno le persone costrette a confrontarsi ogni giorno con la difficile condizione di utenti di mezzi pubblici potranno godere di strumenti maggiori e più funzionali per gestire i loro lunghi viaggi attraverso la Capitale e le città italiane coperte dal servizio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moovit e Metro insieme al servizio degli utenti dei mezzi pubblici

RomaToday è in caricamento