mobilità

Bike Sharing: A rischio il rinnovo del servizio? De Lillo smentisce

Il vicepresidente della Commissione Ambiente in Campidoglio ha reso noto che il 31 dicembre scade l'affidamento del servizio di bici in affitto ad Atac e finora non è stato fatto alcun rinnovo. De Lillo smentisce: "Il Bike Sharing non chiuderà"

"Il 31 dicembre scade l'affidamento all'Agenzia di Atac del Bike Sharing a Roma e il Comune non solo non ha messo in campo nessuna iniziativa per proseguire il servizio, ma non ha stanziato, malgrado le assicurazioni dell'Assessore all'Ambiente, un euro per sostenerne l'attività". È quanto ha dichiarato in una nota Athos De Luca, Vicepresidente della Commissione Ambiente.

"Il costo della gestione, in un anno - ha aggiunto De Luca - è di circa 1milione e 700mila euro, che fino ad oggi si è sobbarcato l'Atac, che ha incassato dalle biciclette solo 100mila euro poichè, per favorire l'uso delle due ruote e ridurre l'inquinamento e il traffico, si praticano tariffe molto basse, da 1 a 2 euro - prosegue l'esponente del Pd -Sui costi del servizio incidono molto anche i furti e i vandalismi. Atac sostiene di aver acquistato dall'inizio dell'anno 460 biciclette. A Roma ci sono oggi 29 postazioni, con circa 100 biciclette a disposizione. A Parigi ci sono 8000 biciclette e il servizio viene gestito con i proventi delle pubblicità messe a disposizione dal Comune, cosa che a Roma, grazie all'inflazione dei cartelloni pubblicitari e all'abusivismo, non è più possibile.

"Così a dicembre - conclude De Luca - rischia di chiudere il servizio di Bike Sharing nella capitale a causa del disinteresse e dell'incapacità di mantenere un semplice servizio come in tutte le città, che contribuisce a ridurre traffico e inquinamento".

Smentisce questo rischio l'assessore comunale all'Ambiente, Fabio de Lillo: "Non c'è nessun rischio di chiusura per il bike sharing. Il servizio ha l'adeguata copertura finanziaria fino a dicembre e siamo già d'accordo con l'Agenzia per la Mobilità per il proseguo dell'attività - ha dichiarato De Lillo - con fondi che verranno stanziati nel prossimo assestamento di bilancio. Stiamo lavorando poi per verificare eventuali perfezionamenti da apportare al bike sharing e individuare le migliori modalità di messa a bando del servizio, così come avviene nelle altre grandi città italiane ed europee. Ad ogni modo, è bene sottolineare che il bike sharing non solo non verrà chiuso ma verrà implementato grazie a un finanziamento di oltre un milione di euro che il Comune di Roma ha chiesto e ottenuto dal Ministero dell'Ambiente. Un importante stanziamento che servirà per espandere il servizio arrivando così a 70 postazioni. Per quanto riguarda i proventi commerciali la leva delle sponsorizzazioni ci è stata da subito preclusa poiché abbiamo ereditato una città completamente invasa dall'abusivismo commerciale che stiamo attivamente contrastando".

Critiche sulla gestione delle bici in città sono arrivate, inoltre, dal consigliere provinciale del Pd Giuseppe Lobefaro: "Basta fare una passeggiata a Londra per vedere come funziona davvero il servizio bike sharing attraverso una collaborazione mista tra pubblico-privato. Le biciclette, molto piu' efficienti di quelle romane e con tante postazioni disponibili, vengono infatti sponsorizzate da una nota banca inglese' -prosegue - Visto il fallimento della gestione di Atac, che non sembra avere nelle sue corde lo sviluppo del mezzo a due ruote, forse perche' marginale rispetto ai tanti compiti istituzionali dell'azienda, sarebbe meglio che il bike sharing romano venisse affidato a un soggetto in grado di far funzionare il servizio, attraverso una sponsorizzazione adeguata".


"Mentre nelle altre capitali europee si incentiva l'uso delle bici - sottolinea il consigliere - da noi si fa l'ennesimo salto all'indietro in tema di mobilita' alternativa, lasciando fallire un servizio che grande simpatia e aspettative aveva suscitato all'inizio. Alemanno, gia' esperto scalatore, dovrebbe appassionarsi anche alle due ruote. Così - conclude Lobefaro - forse non avremmo un servizio utile come il bike sharing portato al collasso e piste ciclabili lasciate al degrado, nonostante i tanti proclami di questa amministrazione comunale''.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bike Sharing: A rischio il rinnovo del servizio? De Lillo smentisce

RomaToday è in caricamento