rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
life

Orti urbani, ok in giunta al regolamento: i prodotti non si vendono, e niente Ogm

La giunta Marino ha approvato il nuovo quadro normativo che regolerà gli orti urbani della Capitale. I lotti, di massimo 60 metri quadri, verranno dati alle associazioni in comodato d'uso gratuito

Niente vendita dei prodotti, niente Ogm, comodato d'uso gratuito, ma solo in caso di costituzione di un'associazione. E per un'area massima di 60 metri quadrati. Sono i punti chiavi della nuova disciplina che regolerà la gestione degli orti urbani, approvata questo pomeriggio dalla Giunta.

"Dopo un anno di lavoro con le associazioni e gli uffici abbiamo finalmente approvato il regolamento" ha spiegato l'assessore comunale all'Ambiente, Estella Marino, al termine della riunione. Il fenomeno degli orti urbani in realtà è già presente, serviva appunto inserirlo in un quadro normativo di riferimento.  

"Abbiamo stabilito che il comodato d'uso sarà dato gratis alle associazioni che si costituiranno per la gestione degli orti e che poi queste assegneranno i singoli lotti per un massimo di 60 metri quadri - ha chiarito l'assessore - Poi si regolarizzano i lotti esistenti". 

L'assegnazione durerà 6 anni, rinnovabile per altri 6. Come già detto, "sarà espressamente vietata la commercializzazione dei prodotti e la vendita  esclusa. E saranno proibite coltivazioni Ogm". "La funzione degli orti è anche sociale - ha concluso Marino - questi sono luoghi di aggregazione importanti anche per il recupero del territorio. 150 sono già esistenti a Roma".

Soddisfatto il capogruppo Sel, Gianluca Peciola. "L'approvazione del regolamento che disciplina gli orti urbani e giardini condivisi è una vittoria della comunità degli ortisti romani - ha dichiarato in nota - a meno di un anno dalla conferenza stampa con cui le associazioni hanno consegnato all'amministrazione capitolina le linee guida per la gestione degli orti urbani e comunitari viene portato a compimento un ampio percorso partecipato". 

"Rivolgo un ringraziamento, in particolare, all'assessore Estella Marino per l'impegno profuso nell'aver raccolto le sollecitazioni delle associazioni e della società civile e le indicazioni contenute nella proposta di regolamento che come Gruppo Sel le avevamo consegnato". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orti urbani, ok in giunta al regolamento: i prodotti non si vendono, e niente Ogm

RomaToday è in caricamento