rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
life Laurentina / Viale Ignazio Silone

Meno cemento, più servizi e trasporti pubblici. Il programma comunista nel territorio

Presentato il documento programmatico della Federazione della Sinistra, per il Municipio XII. Trasporti, ambiente e riqualificazione urbana, tra i temi maggiormente approfonditi

Un incontro, in Aula onsiliare, per presentare il programma della FDS per il Municipio XII. “Una proposta che è il risultato della nostra presenza sul territorio e di un attento ascolto delle aspettative  e dei desideri della gente che ci vive” si legge nell’introduzione al documento.

I temi affrontati. All’appuntamento, cui hanno preso parte anche i consiglieri PD Andrea Santoro e Giuseppe Contenta, sono stati sviscerati un po’ tutti i temi che, nelle intenzioni dei presenti, dovrebbero rientrare nell’agenda politica della prossima giunta municipale.
Dalla mobilità sostenibile, al multiculturalismo, dai servizi socio sanitari, alla cultura, sono numerosi gli argomenti trattati. Ma particolare rilievo sembrano occupare le istanze di matrice ambientale, gli aspetti legati alla  pianificazione urbana ed alla viabilità, con la netta, marcata contrarietà alla realizzazione della bretella Tor de' Cenci A-12.

L'autocritica e la proposta alternativa. Sugli sviluppi urbanistici,  Maurizio Messina, coordinatore del Circolo di Rifondazione Comunista A. Burocchi, ha riconosciuto come “si deve fare una riflessione autocritica per quanto riguarda l’approvazione del Piano Regolatore Generale. Il nostro territorio, in particolare, è saturo di cemento e non è più possibile andare oltre. Sono sorti quartieri nuovi ed è impressionante quanto cemento, appunto,sia stato versato. La nostra proposta – ha continuato a spiegare Messina – consiste nel creare opere di pubblica utilità, piuttosto che realizzare ulteriori centri commerciali, come quello in previsione a Tor Pagnotta, dove la gente si rifugia alla ricerca dell’aria condizionata. E poi mancano posti dove far cultura, siamo assolutamente privi di servizi” ricorda il coordinatore del Circolo di Rifondazione Comunista a Spinaceto.

La cura del ferro. Sul piano dei trasporti, è assolutamente nota la posizione della Federazione della Sinistra, onnipresente agli incontri del Comitato No Corridoio, del quale si condivide la proposta. “Noi, ai mostri di cemento come la bretella, opponiamo la richiesta di maggior ferro, ovvero di trasporti pubblici metropolitani. Ma anche di piste ciclabili, possibilmente non nel verde per la passeggiata del fine settimana, che va pure bene, quanto piuttosto a livello di sedime stradale, per costruire un’alternativa sostenibile al trasporto privato”.

Un altro mondo è possibile. All’incontro, cui hanno preso parte alcuni residenti, ha partecipato anche Tina Costa,  partigiana comunista e protagonista del DocuFilm "Di lotta sI vive" che ha aperto, con una stringente analisi, la presentazione programma operativo. Una staffetta emozionante, con gli altri relatori, ben riassunta dalla frase con cui è stato chiuso il documento programmatico. "In definitiva - vi si legge - un altro mondo è possibile. Anche a partire dal Municipio XII".

 

Presentazione Programma FDS Municipio XII

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meno cemento, più servizi e trasporti pubblici. Il programma comunista nel territorio

RomaToday è in caricamento