Ama e il Natale: ecco come rispettare l'ambiente durante le feste

Alcuni semplici consigli utili a trascorrere le festività nel rispetto dell'ambiente

Un sintetico vademecum per memorizzare gli appositi contenitori in cui gettare correttamente tutti quei materiali (carta plastificata, piatti e bicchieri di plastica, nastri da imballaggio, bottiglie di spumante, contenitori di panettoni e pandori, ecc.) che, particolarmente utilizzati, determinano un incremento della produzione dei rifiuti tra Natale, Capodanno e l’Epifania. A diffonderlo è Ama. 

Ecco le regole da seguire per un Natale all’insegna dell’eco sostenibilità:
 
·         Gli scarti alimentari (avanzi di cibo, frutta e verdura) vanno separati in modo differenziato (bidoncino condominiale o cassonetto stradale, entrambi di colore marrone)  nei municipi in cui è attivo il nuovo modello di raccolta differenziata (I, III, IV, VI, VIII, IX, X, XI, XII, XIII, XIV). Nel resto della città (municipi II, V, VII e XV), invece, gli scarti organici vanno gettati nell’“indifferenziato”(materiali non riciclabili- colore verde o grigio)

 ·         Le bottiglie di plastica e le lattine delle bibite, dopo essere state schiacciate e ridotte di volume, vanno gettate nel “multimateriale”(colore blu). Anche i piatti e bicchieri di plastica devono essere conferiti nel “multimateriale”(colore blu). Le posate di plastica devono invece essere conferite nell’“indifferenziato” (materiali non riciclabili - colore verde o grigio).

 ·         Le  bottiglie di spumante e tutti gli altri contenitori in vetro (bottiglie, vasetti, ecc), dopo essere stati vuotati, vanno gettati nelle campane verdi nei quartieri serviti dal nuovo modello di raccolta (colore verde). In tutti gli altri casi, invece, vanno conferiti nel “multimateriale” (colore blu). Il tappo in sughero deve essere conferito nei contenitori per gli scarti alimentari e organici nei municipi serviti dal nuovo modello di raccolta differenziata (colore marrone) o, nei municipi in cui non è stato ancora attivato il nuovo sistema, nei cassonetti per l’indifferenziato (colore verde o grigio). La gabbietta di metallo che contiene il tappo va gettata nel “multimateriale”(colore blu).

                                                                                                                                                                                                                                                                                                    
·         La scatola esterna del pandoro e del panettone va gettata insieme con la carta e il cartone (colore bianco), mentre il sacchetto di cellophane trasparente che avvolge il prodotto va buttato, sempre dopo essere stato ripulito, nel “multimateriale” (colore blu).


·         La carta da pacchi non plastificata, ben piegata e ridotta di volume, va gettata insieme con carta e cartone (colore bianco), mentre le scatole di metallo e polistirolo vanno conferite nel “multimateriale”(colore blu). Il nastro da imballaggio e la carta plastificata non possono essere riciclati e quindi vanno gettati nell’”indifferenziato” (materiali non riciclabili-colore vede o grigio).


·         Per disfarsi senza alcuna spesa dei rifiuti ingombranti (librerie, scaffali, sedie, divani) ed elettronici (televisori, computer, cellulari, frigoriferi) anche durante le Feste i cittadini potranno contare sui 14 Centri di raccolta di Ama (aperti il 24, 26 e 31 dicembre e il 6 gennaio e chiusi il 25 dicembre e 1º gennaio) e sul servizio di ritiro domiciliare, fornito dal lunedì al sabato su appuntamento per i materiali fino a 2 metri cubi di volume, sia al piano stradale che, fino al 31 dicembre, al piano abitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

·         Anche quest’anno chi ha deciso di addobbare un abete naturale avrà la possibilità di restituirlo all’ambiente, consentendo così di ripiantarlo o di trasformarlo in compost. Domenica 11 gennaio, in occasione del primo appuntamento del 2015 con l’iniziativa “Il tuo Quartiere non è una discarica”, tornerà anche la raccolta straordinaria degli alberi organizzata da Ama in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato, l’Assessorato all’Ambiente di Roma Capitale e il Tgr Lazio. Eccezionalmente in tutti i 15 municipi della Capitale, infatti,  i cittadini avranno a disposizione complessivamente 36 postazioni  (14 centri di raccolta fissi e 22 ecostazioni mobili) presso cui conferire, oltre ai rifiuti ingombranti, elettronici e speciali, anche i propri abeti natalizi. Gli alberi di Natale artificiali, che a differenza di quelli naturali non sono riciclabili, qualora non siano più riutilizzabili non possono essere gettati nei cassonetti stradali ma vanno consegnati, come gli altri rifiuti ingombranti, presso i 14 Centri di raccolta o tramite il servizio di ritiro a domicilio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento