menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I delfini nelle secche di Tor Paterno. Foto APS Sotto al Mare

I delfini nelle secche di Tor Paterno. Foto APS Sotto al Mare

Delfini, a largo di Tor Paterno una presenza costante: "Sono più di un centinaio"

A largo delle secche di Tor Paterno è in corso un monitoraggio. Lisa Stanziani (Aps Sotto al mare): "Stimiamo circa 130 esemplari"

In estate sembrano molti di più. Ma solo perchè aumentano le segnalazioni. In realtà la presenza dei delfini, a pochi chilometri dal litorale romano, è costante.

130 tursìopi sul litorale

“Da un paio di anni abbiamo lanciato il progetto ‘Catturati in foto’ che prevede di censire gli esemplari presenti lungo la costa, tra Fiumicino e Torvajanica, partendo proprio dagli scatti fotografici -  ha spiegato a Romatoday Lisa Stanzani, dell’associazione di promozione sociale Sotto al mare - stiamo ancora analizzando i dati, ma possiamo concludere che ci siano almeno 100-130 esemplari di tursìope”. Gli ultimi sono stati fotografati il 31 marzo 2021.

I cetacei più costieri

I delfini romani sono dunque tanti ed in buona salute. Ed “ogni loro avvistamento rappresenta un’emozione” hanno sottolineato i volontari. “D’estate in acqua ci sono più imbarcazioni e di conseguenza sembrano più numerosi. Però noi li vediamo tutto l’anno, non c’è una stagionalità per i tursìopi, che sono i delfini che vivono più a ridosso della costa, a differenza delle stenelle che pure è possibile avvistare, ma in maniera più occasionale” ha spiegato Stanzani.

I delfini nell'area marina protetta

La presenza dei tursìopi, quindi, è costante. E non è complicato, visto il numero, incontrarli nelle secche di Tor Paterno, la riserva marina gestita da RomaNatura. “Da un anno abbiamo sottoscritto una collaborazione con l’ente e devo dire che per la nostra ricerca si sta rivelando di grande aiuto” ha spiegato Stanzani. D’altra parte per i delfini quell’area rappresenta anche un importante bacino di pesca che non deve subire la competizioni dell’uomo. Un aspetto non secondario per i tursìopi che, essendo i cetacei più costieri, inevitabilmente entrano in contatto con le attività antropiche.

Conservazione e conoscenza

La collaborazione avviata con l’ente, oltre a facilitare la realizzazione del progetto perchè “Tor Paterno è l’unica area marina protetta nella zona di costa analizzata”, la collaborazione con RomaNatura ha anche altri risvolti. “Dallo scorso aprile abbiamo firmato un protocollo d’intesa con l’aps sotto la mare che è volto a conciliare la conservazione con la fruizione e la conoscenza dell’ambiente marino - ha spiegato Maurizio Gubbiotti, presidente di RomaNatura - l’APS 'Sotto al mare', oltre al prezioso monitoraggio, ci aiuta anche nella creazione degli acquari didattici che stiamo sistemando nella casa del mare di Ostia”. Una sinergia proficua nata sotto il segno dei pesci. Anzi, dei delfini.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento