#SappiamoFareMeglio, Lumsa premia gli studenti vincitori della campagna anti Covid

Premiati nell'Aula Magna dell'ateneo gli studenti vincitori del contest per sensibilizzazione i giovani all'adozione di comportamenti corretti per la prevenzione in materia di Covid-19

Sono stati premiati, nella mattina del 22 dicembre, nell’Aula Magna dell’Università LUMSA  gli studenti vincitori di #SappiamoFareMeglio, la sfida partecipativa lanciata dall’Università LUMSA a tutte le studentesse e gli studenti universitari.

Un’iniziativa che ha ricevuto il Patrocinio della Camera dei Deputati, nata per coinvolgere i giovani nell’ideazione di una campagna – social, informativa o narrativa – in grado di sensibilizzare i giovani stessi nell’adozione di comportamenti corretti per la prevenzione in materia di Covid-19 e che al tempo stesso sia migliore delle campagne istituzionali già viste nei mesi scorsi.

La commissione composta dalle Proff. Laura Michelini, Anna Isabella Squarzina, Caterina Verbaro e dall’Area Comunicazione dell’Università LUMSA che si è avvalsa del supporto di Pier Paolo Pacchiarotti CEO dell'agenzia thepinklab.com, dopo aver esaminato i 318 progetti ideati da 753  studenti universitari di tutta Italia, ha ritenuto opportuno premiare a pari merito diversi lavori.

“Questo per i giovani è un momento di responsabilità - ha sottolineato nel suo intervento il Rettore dell’Università LUMSA Prof. Francesco Bonini durante la cerimonia - una duplice in ordine alle dinamiche della pandemia. I giovani devono arrestarla, nel senso che i loro comportamenti responsabili permettono di interrompere quel circolo perverso che caratterizza purtroppo le nostre comunità ormai da diversi mesi. La seconda e connessa responsabilità dei giovani è quella di guadare il futuro, di traguardare qualcosa di nuovo che tutti noi ci attendiamo dopo questa prova così gravosa per le nostre società e connessa è la responsabilità dell’università, cioè quella di dare voce a queste grandi energie giovanili che spesso sono un po' spente dalla retorica dilagante o dalla melassa della società dei consumi. Grazie molte ai promotori e a tutti coloro che hanno partecipato da tante università italiane perché questa è una proposta della LUMSA ma è una proposta per tutta la comunità universitaria proprio perché l’Università è qualcosa di uni-versale, è qualcosa di ampio, è una comunità al servizio del paese ma non di un paese in quanto tale, ma l’università non ha barriere ha un respiro internazionale così come la nostra università. Papa Francesco ha detto che da una crisi non si esce uguali a prima, si può uscire meglio o peggio e noi appunto #sappiamofaremeglio”.

Di seguito l’elenco dei vincitori per le tre categorie in gara. L’ordine non è da intendersi come una classifica. A tutti, oltre ai complimenti dell’Università LUMSA e stato rilasciato l’attestato di riconoscimento firmato dal Rettore dell’Ateneo, che insieme al giornalista Gennaro Sangiuliano, direttore del TG2, ha premiato i vincitori.

Campagna social (ex aequo)

  • Chiara Ferroni, Annachiara Gravino, Cinzia Casula e Rossella Di Giglio, Università LUMSA
  • Anna Stevanato, Michela Agus e Michela Zantedeschi, Università degli Studi di Verona
  • Valentina Pedrotti e Aurora Cantalini, Università LUMSA
  • Yomira Emiliana Campos Garcia, Università LUMSA
  • Giulia Di Giacomandrea, Noemi Zurzolo, Patrizia Ruggiero e Chiara Di Crescenzo, Università LUMSA
  • Lucrezia Panunzi, Sharon Fornari, Sara Fortunati e Gianmarco Gentile, Sapienza Università di Roma

Articolo giornalistico (ex aequo)

  • Giovanni Taglietti, Università LUMSA
  • Beatrice Andreani, Sapienza Università di Roma
  • Maria Riccio, Università LUMSA

Microracconto (ex aequo)

  • Valentina Turchi, Viviann Sánchez Vílchez, Università LUMSA, La mascherina e la farfalla
  • Francesca Gemma, Irene Macchiavelli, Marianna Mataluni, Sapienza Università di Roma Non abbassare la mascherina, mostra la tua identità!
  • Renato Ongania, IULM Relazioni Pubbliche e comunicazione d’impresa, Cara Mascherina

Alla divulgazione dell’iniziativa a livello nazionale ha contribuito la Società Italiana di Management (SIMA) e la Società Italiana di Marketing (SIM) a cui va il ringraziamento dell’ateneo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prime Minister, scuola di politica per giovani donne a Roma

  • "Un educatore quasi perfetto", secondo incontro del percorso gratis per insegnanti, operatori e famiglie

Torna su
RomaToday è in caricamento