Università Ostia

Ad Ostia il primo laureato in Italia in Ingegneria delle tecnologie per il Mare

Al Polo di Ostia di Roma Tre si è laureato in tecnologie per il Mare, Giacomo Dieci, il primo in Italia. "Ostia non solo legata alla criminalità" afferma il Vice Presidente della Regione Lazio

Giacomo Dieci è il primo laureato in Italia in ingegneria delle Tecnologie per il Mare presso il Polo Universitario di Roma Tre ad Ostia. Alla cerimonia, tenutasi lunedì 19 luglio ha presenziato il Rettore Luca Pietromarchi; del Vice Presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori; dell’Assessore Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start – Up e Innovazione della Regione Lazio Paolo Orneli e del Vice Presidente del X Municipio Alessandro Ieva.

Il Polo di Ostia

Al Polo di Ostia si formano alcune delle figure più richieste dal mercato del lavoro, quali ingegneri della crescita blu, professionisti capaci di sviluppare tecnologie utili allo sfruttamento delle energie naturali di origine marina e alla difesa dell’ambiente costiero.

Il corso di laurea triennale in Ingegneria per le Tecnologie per il Mare conta quasi cento iscritti l'anno fra studentesse e studenti appassionati di mare decisi ad impegnarsi per un futuro sostenibile. L’offerta didattica è unica in Italia e punta ad una nuova visione del mare e allo sfruttamento delle sue potenzialità ad amplissimo spettro, sia per uso civile che industriale, in una chiave di sostenibilità. Visto il gran numero di richieste, da quest'anno il corso attivo dal 2018, rafforza la sua offerta formativa. Alla laurea triennale si sono aggiunte, infatti, ben due magistrali: Sustainable Coastal and Ocean Engineering (in lingua inglese) e Ingegneria Meccanica per le Risorse Marine. 

Grazie ad un protocollo d’intesa siglato tra l’Università Roma Tre e il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), il polo di Ostia ospita l’Istituto per lo studio degli Impatti Antropici e Sostenibilità in ambiente marino (CNR-IAS) ed ha in atto importanti collaborazioni anche con l'Istituto di Ingegneria del Mare (CNR-INM). Una partnership strategica in quanto le attività di ricerca e di didattica del corso di laurea avranno un fortissimo impulso e allo stesso modo le attività di ricerca del CNR troveranno una possibilità di trasmissione didattica. 

I commenti

Paolo Orneli Assessore allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start – Up e Innovazione della Regione Lazio pone l’accento sulla collaborazione strategica tra l'Ateneo e il territorio. Ornelli afferma di essere orgoglioso del traguardo raggiunto e che “la Regione Lazio continuerà a lavorare per costruire un nuovo modello di sviluppo per il litorale romano”.

Ostia non solo territorio legato alla criminalità. Questo è il pensiero di Daniele Leodori Vice Presidente della Regione Lazio che parla di “successo delle istituzioni”. Infatti Leodori sottolinea come “l'Università degli Studi Roma Tre e le istituzioni hanno puntato su Ostia costruendo un presidio culturale in una zona di Roma e del nostro territorio che non è e non può essere raccontata soltanto con gli episodi di criminalità legati al passato”.

“Nel giro di tre anni Roma Tre ha costruito ad Ostia un polo di eccellenza universitaria unico in Italia dedicato a temi sempre più cruciali per lo sviluppo del nostro territorio e di tutto il Paese: energia e sostenibilità, studio e lavoro. E questo è solo l’inizio”, ha dichiarato il Rettore di Roma Tre Luca Pietromarchi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ad Ostia il primo laureato in Italia in Ingegneria delle tecnologie per il Mare

RomaToday è in caricamento