rotate-mobile
Università La Pisana / Via degli Aldobrandeschi

Inaugurato l'anno accademico 2022-2023 dell'Università Europea di Roma

All'inaugurazione dell'anno accademico 2022/2023 dell'Università Europea di Roma hanno partecipato ospiti illustri fra cui il cardinale Pietro Parolin segretario di Stato di Sua Santità

Si è svolta nella mattinata di oggi, giovedì 24 novembre alle ore 11:00 la cerimonia di inaugurazione del nuovo anno accademico 2022/2023 dell’Università Europea di Roma. La cerimonia si è tenuta all'auditorium Giovanni Paolo II alla presenza del corpo docente, studenti, personale tecnico amministrativo, giornalisti e ospiti illustri fra cui Pietro Parolin Segretario di Stato di Sua Santità e  Fabio Tamburini Direttore de "Il Sole 24 Ore”.

L'inaugurazione ha riunito accademici e professionisti per un momento di confronto e dialogo su temi di rilevanza globale che pongono l’accento sull’importanza del ruolo dell’Università. Un approccio innovativo quello dell’Università Europea di Roma che si pone l’obiettivo di fornire ai futuri professionisti del domani tutti gli strumenti necessari atti ad aiutare lo studente a ricostruire, dentro e fuori l’Università, un tessuto sociale nuovo fondato sul rispetto dell’altro e sulla comprensione razionale della società.

Alla fine della cerimonia di inaugurazione del nuovo Anno Accademico 2022-2023 è avvenuta la premiazione per ‘Menzione di merito’ dei migliori studenti UER.

Queste le parole del Magnifico Rettore: Il compito dell’Università? è anche poter fornire agli studenti quelli strumenti necessari per comprendere il mondo, sé stessi, la storia, la scienza specifica che ognuno ha scelto. E accanto al sapere nozionistico, necessario, sarà? utile offrire gli altri saperi che sono piuttosto di tipo sapienziale e che comportano una comprensione globale della realtà? che, senza negare la razionalità?, la aprono a nuovi spazi di intelligenza più? profonda. L’Università? Europea di Roma vuole offrire ai propri studenti questi strumenti che servano al pellegrinaggio di ognuno, con la speranza di poter preparare le nuove generazioni per un mondo migliore di quello che abbiamo noi ereditato”.

Sul tema della speranza e dei giovani è intervenuto il cardinale Parolin Segretario di Stato di Sua Santità, che ha dichiarato “È tipico dei giovani sperare perché vedono dinnanzi a sé il futuro. È l’augurio che rivolgo a tutti voi giovani studenti perché la speranza vi accompagni sempre come saggia compagna di strada e perché abbiate il coraggio di seguirla in quei sentieri per i quali vorrà condurvi non illudendovi con il sognare, ma radicandovi sempre più nel cogliere la bellezza della vita trasformata dalla fede”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurato l'anno accademico 2022-2023 dell'Università Europea di Roma

RomaToday è in caricamento