rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Università

Amazon Women In Innovation: 18mila euro in tre anni alla studentessa più meritevole dell'Università Tor Vergata

La borsa di studio di Amazon è rivolta alle iscritte al corso di laurea in ingegneria informatica o di ingegneria di internet. Il finanziamento di 6mila euro all'anno, per tre anni, sarà assegnato in base al merito e al reddito

Annunciata da Amazon la terza edizione dell’Amazon Women in Innovation, ovvero una borsa di studio assegnata ad una giovane studentessa dell’università di Roma “Tor Vergata”, iscritta al corso di laurea in ingegneria informatica o di ingegneria di internet. L’iniziativa di Amazon è volta ad incentivare tutte le giovani donne che possiedono l’ambizione di lavorare nel settore dell’innovazione e della tecnologia. In particolare, Amazon Women in Innovation offrirà un finanziamento di €6.000 all'anno, per tre anni, e sarà assegnata alla studentessa più meritevole, tenendo però in considerazione anche il reddito. 

Obiettivo di Amazon, infatti, avvicinare i giovani alle materie dello Stem (acronimo inglese di Science, Technology, Engineering, Mathematics), in particolar modo tutte quelle ragazze che intraprendono percorsi di studi differenti a causa di stereotipi sociali e culturali. Proprio per questo, oltre a supportare economicamente le studentesse per tre anni, Amazon metterà a disposizione una manager per aiutare a sviluppare competenze utili per il lavoro futuro, come, ad esempio, le tecniche per creare un curriculum efficace o affrontare un colloquio di lavoro in Amazon o in altre aziende.

“Le borse di studio Amazon Women in Innovation supporteranno giovani ragazze meritevoli a sviluppare le proprie competenze in ambito tecnologico e digitale - racconta il vicepresidente e country manager di Amazon Italia, Mariangela Marseglia -. Tali competenze sono sempre più richieste nel mondo del lavoro e sono fondamentali per il futuro del Paese. Siamo da sempre convinti che l’innovazione passi attraverso la diversità di prospettive e per questo siamo costantemente impegnati a costruire un ambiente sempre più inclusivo, non solo nella nostra azienda, ma anche nelle comunità in cui operiamo. Un passo fondamentale è quindi supportare l’accesso all’istruzione e, in particolare, a quei percorsi accademici più tecnici in cui c’è ancora grande disparità di genere”.

Il progetto di borse di studio Amazon Women in Innovation, che saranno offerte per l’anno accademico 2021-2022, si estende anche al Politecnico di Milano, al Politecnico di Torino e all'Università degli Studi di Cagliari.

“Il sostegno economico destinato da Amazon ad una studentessa particolarmente meritevole della nostra università assume un particolare significato in quanto punta opportunamente alla valorizzazione dell’apporto femminile nella prospettiva di funzioni di rilievo nell’ambito di importanti strutture aziendali - commenta Orazio Schillaci, rettore dell’Università Tor Vergata -. Motivo di soddisfazione è anche il fatto che Tor Vergata risulta tra le quattro università selezionate a livello nazionale, a dimostrazione di quanto sia valida la scelta di indirizzare la formazione dei nostri studenti verso un inserimento rapido e agevole nel mondo del lavoro e delle professioni. Proprio per questo vogliamo continuare a collaborare con le aziende che guardano con attenzione agli Atenei come quello di Tor Vergata, che offrono un bacino di competenze avanzate al quale poter attingere, per affrontare  le sfide della transizione digitale e della compatibilità ambientale con professionalità altamente qualificate e motivate”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amazon Women In Innovation: 18mila euro in tre anni alla studentessa più meritevole dell'Università Tor Vergata

RomaToday è in caricamento