"Sfida il grande genio": il concorso scolastico organizzato dalla Mostra di Leonardo

Torna l'atteso concorso scolastico organizzato dalla Mostra di Leonardo al Palazzo della Cancelleria di Roma. Giunto alla sua VII edizione, il concorso punta a stimolare la creatività dei più giovani

Torna l’atteso Concorso Scolastico “Sfida il grande Genio, giunto alla sua VII edizione, organizzato dalla Mostra di Leonardo al Palazzo della Cancelleria di Roma.

Il concorso

Il concorso, che da anni viene indetto al fine di dare uno stimolo creativo ai giovani, è riservato agli studenti delle Scuole e degli Istituti di ogni ordine e grado che hanno visitato la mostra. La realizzazione può avvenire tramite progetto su carta; tramite plastico o tramite immagini digitali/virtuali.

Dopo un’accurata selezione, i vincitori saranno designati da una giuria di professionisti formata da storici dell’arte e letterati.
Il premio per il 1º classificato consisterà in un “orologio” da muro o da tavolo ideato da Leonardo e realizzato a mano da artigiani, da esporre in classe, e di una matita della mostra di Leonardo per ciascun partecipante della classe vincitrice; il premio per il 2º classificato consisterà in due modelli da costruire tra le invenzioni di Leonardo sul volo; il premio per il 3º classificato consisterà in un modello da costruire di una invenzione di Leonardo sul volo. Tutti oggetti molto preziosi, in vendita presso il nostro bookshop, che suscitano sempre tanto entusiasmo sia nei più grandi che nei più piccoli.

Le domande di partecipazione dovranno essere debitamente compilate (una per ogni classe) e potranno essere inviate all’ indirizzo di posta elettronica info@mostradileonardo.com a partire dal 1 ottobre 2019 fino al 31 gennaio 2020.

Il "genio" Leonardo Da Vinci

Leonardo Da Vinci si è contraddistinto per aver avuto nel 1400 una mentalità moderna, al passo con i nostri tempi. Un uomo curioso, ambizioso che ha vinto le sfide che la vita gli ha posto dinnanzi fin da piccolo, grazie solo ed unicamente alla sua forza di volontà, alla sua costanza, alla sua determinazione.

Apprese le basi della scrittura, della matematica, le capacità di lettura pur non ricevendo un’istruzione formale. Impiegò circa 10 anni solo per affinare il suo talento artistico. Formulò in seguito concetti scientifici e progetti passati alla storia. L’interesse per le cose legate al suo tempo e la continua “fame di conoscenza”, caratterizzano la sua predisposizione al progresso.

Oggi abbiamo la sensazione che tutto sia diventato più difficile. I tempi che stiamo vivendo non ci aiutano a raggiungere facilmente e in tempi brevi i propri traguardi personali e professionali. Abbiamo sì, rispetto a lui, l’aiuto della tecnologia, ma questa spesso ci limita, non stimola più la nostra creatività, non ci fa più “pensare”, “riflettere”. Dobbiamo imparare soprattutto questo da lui. Torniamo a gustare il piacere dell’osservazione, della contemplazione e dell’elaborazione. Mettiamoci sempre in gioco! Sperimentiamo le nostre capacità e i nostri limiti, solo così impareremo ad affrontare, come Leonardo, le difficoltà impreviste e saremo pronti a non scoraggiarci. L’esito della sfida dipende dal saper utilizzare tutte le risorse che abbiamo a disposizione, sollecitandole al massimo.

Servono per farlo: tenacia e coraggio. La mente è in grado di dare più di quanto si creda di poter essere capaci. Se si predispone la mente allo scopo, la mente trova la strada per raggiungerlo!
Molte sono le ragioni per vivere una sfida, non ultima la possibilità di raccontarla. Di essa rimane un ricordo significativo, nel caso di Leonardo, eterno.

Qui di seguito si puo' scaricare il bando completo https://urly.it/32pkt

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quali sono i migliori licei di Roma? Li svela la classifica Eduscopio 2019

  • Iscrizione scuola 2020/21: date e scadenze

  • Università, in Italia è boom di lauree online

  • Buoni abitativi, 2 milioni di euro per studenti universitari: chi può accedere al beneficio

  • Pmi Day di Unindustria: le azienda del Lazio aprono le porte ad oltre 1300 studenti

  • La Maisonnette, la scuola parla le lingue

Torna su
RomaToday è in caricamento