Vouvray: i vini delle caves troglodytiques

Tornano i "Lunedì di Magazzino Scipioni", cinque nuovi appuntamenti dedicati interamente ad un territorio che offre alcuni tra i vini più pregiati ed interessanti del panorama mondiale: la Francia.

Inizieremo con l'esplorare la riva destra della Loira dove si produce il Vouvray. Nel corso del primo appuntamento del 5 febbraio degusterete i vini dell'azienda Domaine de la Galinière, che produce diversi cru della Loira, oltre al vino con denominazione Vouvray.

L’azienda si trova a Vernou-sur-Brenne, un paesino vicino a Tours e Vouvray, situato all’interno della Valle della Loira, classificata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO e attraversata dall’omonimo fiume. Il territorio in cui si colloca è noto per la produzione di vino sin dai tempi più antichi, grazie alla presenza di monaci vinificatori durante il Medioevo. Il vino bianco prodotto nella zona è realizzato con il 100% di uve Chenin Blanc, ed è chiamato, appunto, Vouvray, denominazione creata nel 1936 che caratterizza vini fortemente influenzati dalla composizione del suolo e dal clima, con un alta intensità di sapori e acidità e che possono avere note de gustative che spaziano da un sapore fruttato ad uno più minerale, dai sentori di miele e mela a quello più speziato.

La vinificazione delle uve produce diverse versioni del Vouvray (fermo, spumantizzato, dolce) che si differenziano a seconda del contenuto degli zuccheri e delle annate, in relazione anche alle condizioni climatico-atmosferiche (umidità, pioggia, ecc). I produttori vinicoli della zona sono imprescindibilmente legati al rispetto dell’espressione del terroir e della vendemmia, seguendo e bilanciando i lieviti senza domarli, grazie anche alla scelta di conservazione ed invecchiamento (specialmente per i vini frizzanti) all’interno di caverne e gallerie sotterranee di tufo, che troviamo in particolare nell’area tra la Touraine e Saumur e che ospitano al loro interno anche serre per la coltivazione dei funghi, oltre a strutture ricettive e cantine.

Menù:
- Misticanza con tofu e nocciole;
- Vellutata di ceci;
- Faraona con crema alla moda cavernicola;
- Orzo risottato con broccolo siciliano e mazzancolle;
- Fregua sarda con vongole e chutney di cardo gobbo;
- Crostino con fonduta di raclette;
- Pastiera.

Azienda Vinicola:
Domaine de la Galinière

€ 40,00

Alcuni piatti o aziende vinicole potrebbero variare in base alla reperibilità e stagionalità delle materie prime e dei prodotti.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cibo e Vino, potrebbe interessarti

  • EVENTO ANNULLATO - Festa siciliana: arancine e cannoli alla conquista di Roma

    • dal 22 al 25 ottobre 2020
    • piazza San Giovanni Bosco
  • Festival del cioccolato e della pasticceria

    • dal 7 al 8 novembre 2020
    • Centocelle
  • Fiumi di birra al Palacavicchi

    • Gratis
    • dal 18 settembre al 31 ottobre 2020
    • Palacavicchi

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • "Dinosauri in carne e ossa" nell'Oasi WWF di Fregene

    • dal 22 marzo 2019 al 16 novembre 2020
    • Oasi WWF Macchiagrande
  • Il Regno di Babbo Natale, un mondo incantato a un'ora da Roma

    • dal 18 settembre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Vetralla (VT)
  • Back to nature, installazioni d'artista a Villa Borghese

    • Gratis
    • dal 15 settembre al 13 dicembre 2020
    • Villa Borghese
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    RomaToday è in caricamento