Iacchetti reinterpreta Gaber

Iacchetti riscrive a suo modo le canzoni del Gaber in bianco e nero, quello della tv degli anni 60, le arrangia e le contamina con le musiche di oggi. Così in "Barbera e Champagne" troveremo anche Zucchero e Giovanotti, in "Porta Romana" citazioni sud americane e di E.Jannacci. 

E ogni due canzoni un monologo scritto da Iacchetti e Centamore sull'attualita', nella piena tradizione del Teatro canzone. Una proposta di un Gaber gioioso quindi, Iacchetti ne' lo imita ne' lo interpreta. Esegue un lavoro originale e particolare per ricordare uno tra i nostri piu' grandi artisti del '900. Mario Luzzato Fegiz scrive sul Corriere della Sera " geniale scempio dell'Enzino nazionale". 2 ore di show, con 4 straordinari musicisti e un'impianto scenico coloratissimo dalle sculture luminose di Marco Lodola. Chiedo Scusa al Signor Gaber è in scena al Teatro Lo Spazio. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Alberto Sordi, prorogata la mostra nella sua villa

    • dal 16 settembre 2020 al 30 giugno 2021
    • Villa di Alberto Sordi
  • L’hamburger più schifoso arriva a Roma Prati: la seconda apertura di Burgez sabato 17 aprile

    • Gratis
    • dal 17 aprile al 31 dicembre 2021
    • Prati
  • I Marmi Torlonia, la mostra ai Musei Capitolini

    • dal 25 settembre 2020 al 27 giugno 2021
    • Villa Caffarelli
  • Omaggio a Gianni Rodari: tutte le volte che Alice Cascherina andò alla Galleria Nazionale

    • dal 1 novembre 2021 al 6 dicembre 2020
    • Galleria Nazionale d'Arte Moderna
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RomaToday è in caricamento