rotate-mobile
Eventi Nomentano / Via Maurizio Bufalini

Libri: "Di altre Metamorfosi", a Stefano Valente il premio "Linguaggi Neokulturali"

Lo scrittore romano si aggiudica l'edizione 2013 del Premio Nazionale. Le tematiche a sfondo filosofico, religioso, esoterico, sociale al centro della suo ultimo lavoro

Si è aggiudicato l'edizione 2013 del Premio Nazionale “Linguaggi Neokulturali”. A vincere la palma il romanzo inedito di Stefano Valente, scrittore romano nato nella Capitale nel 1963, dove vive e lavora. Laureato in Glottologia, è lusitanista e studioso delle lingue e letterature ibero-romanze.

ROMANZI E NARRATIVA - Dopo varie esperienze di traduzione, giornalismo free-lance (soprattutto per testate latinoamericane e canadesi) e di sceneggiatura, nonché come illustratore e disegnatore di fumetti, sceglie la scrittura quale forma creativa primaria.Vincitore di numerosi concorsi per il romanzo inedito e per la narrativa breve, la sua prima opera edita è il romanzo storico "Del Morbo - Una cronaca del 1770" (Serarcangeli editore, 2004), Premio Athanor 2004. Successivamente pubblica in Italia il thriller esoterico "Lo Specchio di Orfeo" (Edizioni Liberamente, 2008) che viene tradotto in Portogallo ("O Espelho de Orfeu" - Ésquilo Edições).

PREMI LINGUAGGI NEOKULTURALI - Nel 2013 vince il premio nazionale per il romanzo inedito “Linguaggi Neokulturali con l’opera “Di altre Metamorfosi” che i lettori e la giuria di qualità (composta da addetti ai lavori: agenti letterari, direttori editoriali, scrittori e giornalisti) giudica prima su 2046 testi in concorso.

TESTO INNOVATIVO - Questa la scheda del romanzo redatta dalls scrittrice Silvia Longo: "Di Altre Metamorfosi è in assoluto il testo più innovativo, dal mio punto di vista. Per l’argomento coraggioso (non è da tutti affrontare tematiche a sfondo filosofico, religioso, esoterico, sociale, e scegliere di farlo così: non con un saggio, sebbene i contenuti vi siano tutti, ma in narrativa) e per la forma (una sorta di gioco ad incastro di vari racconti, il cui finale dell’uno coincide con l’inizio del successivo, in modo pressoché perfetto). Si rimane spiazzati, nelle prime pagine. Poi, se si decide di dare fiducia all’autore, ecco che un mondo si spalanca e si offre".

TALENTO DELLA SCRITTURA - Recensione che prosegue: "Vi è molta consapevolezza in questo autore. Egli dimostra di conoscere a fondo archetipi e simboli, leggende e miti, culture religiose e pratiche popolari, addirittura teorie scientifiche su spazio e tempo. Sebbene prevalga un forte elemento surreale, resta forte la caratterizzazione dei luoghi geografici descritti, che si fanno visibili e riconoscibili. E dei personaggi – per quanto poco spazio magari si conceda a ciascuno di essi. Peraltro si tratta di un romanzo corale, nel quale ciascuna voce, gradualmente, trova la giusta collocazione. La forma è precisa, sobria, efficace, colta, e nessun dettaglio è lasciato al caso. Se fossi un editore, di sicuro mi innamorerei di quest’opera, di questa penna, e la pubblicherei al volo (…). Nonostante il fine del concorso non sia la pubblicazione di un testo, ma il riconoscimento a un talento nuovo, in qualche modo diverso, non omologato, spero ugualmente – a dispetto di quanto appena affermato – di trovarlo presto in libreria".

STEFANO VALENTE - Nei suoi romanzi Stefano Valente ama “giocare” con i diversi generi  letterari (spesso incrociandoli tra loro): dal plot noir-storico al giallo all'horror, dalle cronache di disgregazione della società contemporanea fino alle “distopie” del futuro.” Con una scrittura colta, attenta ai vari livelli di linguaggio, che non teme di sperimentare nuove strutture narrative. Lo affascina, da sempre, “quell’attimo, quel tratto, comunque decisivo, in cui l’essere umano agisce – o si estrania – e nega se stesso scoprendo il suo contrario”. È questo ciò che insegue e tenta di descrivere.

INFO - Il sito è: http://www.stefanovalente.com; Il blog http://sognodelminotauro.blogspot.com in cui cura la traduzione e diffusione della narrativa breve, in special modo di lingua portoghese, spagnola e catalana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Libri: "Di altre Metamorfosi", a Stefano Valente il premio "Linguaggi Neokulturali"

RomaToday è in caricamento