Eventi Flaminio / Viale Pietro De Coubertin

Selezioni del Festival del film di Roma 2011: la selezione ufficiale

Lungometraggi in concorso e pellicole fuori concorso: è la selezione ufficiale del Festival Internazionale del Film di Roma 2011

La Selezione Ufficiale, cuore della manifestazione, di cui rappresenta la cifra artistica e stilistica, presenta lungometraggi in concorso e pellicole fuori concorso
È divisa in 3 sottosezioni: quella dedicata alle donne, al tema del viaggio in Italia e alla crisi, naturalmente vista dagli occhi del cinema.

La grande crisi che sta travolgendo i mercati occidentali non poteva non affiorare prepotente nei film del Festival: il maestro Curtis Hanson in Too Big to Fail racconta il fallimento della Lehman Brothers nel 2008, sono sfregiati dal sistema bancario e di prestito i protagonisti di L’industriale e di Une vie meilleure di Cédric Kahn, mentre Il mio domani affronta, tra gli altri temi, la lucida follia dei licenziamenti.
Ma è la commedia, genere spesso emarginato nei festival, a tratteggiare in quest’edizione un mutato sentimento del tempo: risata e leggerezza sono la vera scommessa della Selezione Ufficiale, nel segno del sorprendente Toto’ in 3D restaurato per l’occasione.

FESTIVAL DEL FILM DI ROMA 2011: TUTTE LE INFO


Nell’anno dell’Unità d’Italia il Festival di Roma si avventura in un lungo e affascinante Viaggio in Italia, che parte dal Nord attaccato dalla crisi (L’industriale di Montaldo e Il mio domani di Marina Spada) e scende lungo la Penisola con le Marche di Pupi Avati, la Napoli di Ivan Cotroneo, la Puglia di Pippo Mezzapesa. Grandi maestri e giovani debuttanti, storie moderne e tese per raccontare un Paese in bilico, ma vitale, e la trasferta americana di Roberto Faenza con Un giorno questo dolore ti sarà utile, dal romanzo cult di Peter Cameron. Nelle tappe del viaggio, in tanti eventi speciali, ritroveremo i segni dell’identità italiana, riassunti in due restauri prestigiosi (Rotaie, I cannibali) e importanti curiosità, fra cui vanno segnalati i documentari dedicati a Califano, Di Bartolomei, la riscoperta di Lelio Luttazzi regista e la sorpresa di quello che amiamo definire l’ultimo film di Furio Scarpelli (in realtà diretto dal nipote Filiberto) Tormenti, graphic novel di preziosa intensità.

Selezione Ufficiale, concorso e fuori concorso, nel segno delle ladies, le signore, a partire dal film d’apertura The Lady di Luc Besson, biografia del premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi, che sigla l’apertura. Saranno infatti molte, in aggiunta al fitto parterre di protagoniste italiane, le interpreti di calibro internazionale che calcheranno il red carpet di Roma, dalle star asiatiche Michelle Yeoh e Zhang Ziyi, a Olivia Newton-John, Maggie Gyllenhaal, Isabelle Huppert, Charlotte Rampling, Felicity Jones, Marcia Gay Harden, Kristin Scott Thomas, Noomi Rapace e Penelope Cruz. Se è vero che il Marc’Aurelio all’Attore va quest’anno a Richard Gere, è altrettanto evidente che Roma 2011 sarà un vero e proprio laboratorio dell’arte dell’attrice. Per chi poi ama le assonanze, il Festival festeggerà Monica Vitti, che compie 80 anni, e si chiuderà con il restauro di Colazione da Tiffany (uscito sugli schermi esattamente 50 anni fa), culmine della bellissima mostra dedicata alla vita romana di Audrey Hepburn, lady d’eccellenza.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Selezioni del Festival del film di Roma 2011: la selezione ufficiale

RomaToday è in caricamento