Reboot al Room 26

  • Dove
    Room 26
    Piazza Guglielmo Marconi, 31
  • Quando
    Dal 11/10/2019 al 12/10/2019
    Dalle 23:30
  • Prezzo
    Prezzo in Lista: 15€ Uomo / 10€ Donna (drink incluso) - L'ingresso "Fuori Lista" subirà un supplemento di 5€ sul ticket al botteghino
  • Altre Informazioni

Sabato 12 ottobre la decima stagione del Room 26 entra nel vivo, con l'arrivo del super ospite in console Reboot, proveniente dalla Germania ma cittadino del mondo, grazie alla sua musica che lo porta in giro per i club house più noti del globo.

Accolto dal direttore artistico Gianluca Neon e dai djs resident Luis Bertman e Paolo Pompei, mentre in Plus Room si scatena il raggaeton di Chicco Allotta e Riccardo Soares, Reboot, al secolo Frank Heinrich, è il culmine di un weekend che inizierà già da venerdì 11 ottobre con il party Forever Young, che vedrà in console il ritorno di Faber Cucchetti. Appuntamento sempre molto atteso dal pubblico, che ogni venerdì a ritmo delle sonorità anni'90 e dei padroni di casa Marco Casale, Luigi Tassi, Double Fab, Marco Gioia, sempre accompagnati dalle voci di Lory Voice e del seguitissimo Lele Sarallo. Insieme al sound anni'90 del venerdì, in Plus Room si alternano le note latine di Max Marino e Matteo Passerini, con l'animazione sempre a cura della Vanguard Agency.

REBOOT

Frank Heinrich aka Reboot, è noto per stabilire tracce musicali viscerali in grado di produrre un'estasi orgasmica. Con il rilascio di provata su etichette come Sotto, Cadenza e Cocoon, Reboot propone un live show esplosivo, frutto di un'esperienza lo ha visto sempre predisposto al cambiamento e all'arricchimento. Un set dopo l'altro, Reboot si è guadagnato ogni centimetro della sua reputazione come speaker-Freaker. E' la punta di diamante di Francoforte, a fianco ad amici come Chris Tietjen, Robert Dietz e Markus Fix. Appena nato Frank si trasferì a Francoforte, in zona Offenbach, quando aveva appena sei anni. Qui, ha ricevuto una formazione di musica classica dove ha iniziato a suonare una serie di strumenti. Tra questi si annoverano la melodica e la fisarmonica di organi e tastiere. La sua è una storia d'amore con la musica che dura da tutta la vita e che da sempre lo vede prediligere la musica elettronica,con cui ha iniziato i suoi primi lavori in radio. A 13 anni cominciò a fare il DJ e da 14 anni stava già producendo delle proprie tracce utilizzando un kit che si era comprato con i suoi primi soldi. Era troppo giovane per suonare in un club ma la giovane età non gli glielo impedì. Dopo tutto, erano agli inizi degli anni '90 e la techno veniva lanciata dalla Germania verso tutti i paesi del mondo. Più tardi con un amico come Sven Väth's cementa la sua vocazione per l'elettronica consolidando la sua passione. Nel 1992 Frank e Marco Delle Donne formano Delle & Heinrich: una produzione di lunga data ed un partenariato che aveva sempre il sapore del divertimento. Insieme hanno esplorato la scena elettronica con un paio di clamorose uscite (su Combi int. E I220), prima di separarsi definitivamente nel 2006. Durante questo periodo, Frank ha anche continuato a lavorare da solo, sperimentando suoni più caldi, al di fuori della techno. Naturalmente, questi sapori provenienti dal mondo, come i ritmi africani o latino, continuano ad esser presenti nella sua musica anche al giorno d'oggi. Nel 2007, l'ipnotica e melodica "Charlotte" è la prima produzione dell'etichetta Riavvio per cui ha iniziato a produrre. Realizza un'altra sua grande ambizione quando debutta su Cadenza con "Be Tougher". Il suo sound si propaga così in tutto il mondo, da Robert Johnson e-Cocoon Club in Germania, al grembo in Giappone, D-Edge in Brasile e nel Regno Unito.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Disco&Feste, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Alberto Sordi, mostra nella sua villa a 100 anni dalla nascita

    • dal 16 settembre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Villa di Alberto Sordi
  • "Balloon Museum", il primo museo del palloncino in un'ex deposito Atac a Roma

    • dal 11 febbraio al 14 marzo 2021
    • ex Deposito Atac, Pratibus District
  • I Marmi Torlonia, la mostra ai Musei Capitolini

    • dal 25 settembre 2020 al 27 giugno 2021
    • Villa Caffarelli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RomaToday è in caricamento