Passeggiata Sordi, sui luoghi di Roma del grande attore

Roma e Alberto Sordi: due parole indistinguibili ormai. Oggi ancor più con la città in tumulto per l’anniversario della sua nascita. Cento anni senza il grande attore e regista. Nell’anniversario della sua scomparsa (il 24 febbraio, lunedì, in realtà) Roberto Carvelli, autore di diverse guide della città tra cui una dedicata al rapporto tra Sordi e Roma ci accompagnerà nei luoghi più “romani” dell’attore. Scegliendo un tracciato che dal Ghetto conduce a Trastevere.

Tutta l’opera di Sordi cita Roma anche involontariamente e i film lo fanno di continuo. Si può ricostruire diversi percorsi della città partendo dal libro che ha come protagonista l’attore.

Il libro di Carvelli, “Alberto Sordi e Roma. Passeggiate sui set”, edito da Ponte Sisto, ricostruisce, attraverso i film del grande Alberto Sordi, i luoghi che hanno visto l’attore romano protagonista insieme alla città capitolina. In questo ideale montaggio l’Urbe narrata diventa più vera di quella reale. Dalla nascita trasteverina a sequenze ormai entrate nella leggenda: “Lo sceicco bianco”, “Un borghese piccolo piccolo”, “Polvere di Stelle”, “Il marchese del Grillo” e altri. Rivediamo il cinema di e con Sordi, dentro e fuori Roma.

Come scrive Ettore Scola nell’intervista di introduzione al libro: “Tra Sordi e Roma c’è stata una vera e propria identificazione. È difficile dire se sarebbe stato lo stesso se Sordi si fosse espresso altrove, in un’altra lingua, in un altro dialetto. Non è che un Sordi milanese o siciliano sarebbe potuto essere lo stesso di un Sordi romano”.

Dunque c’è da scoprire insieme, nella forma calma e curiosa di una passeggiata, come ritrovare la forte peculiare romanità di Sordi. Anche nella lettura che ne dà l’attore stesso, un’idea precisa e poetica, diversiva: “Roma non è una città come le altre – diceva Sordi – anzi, non è neppure una città. Sarebbe meglio definirla un’atmosfera, uno stato d’animo, una condizione sentimentale. Ecco perché riesce un po’ difficile capirla se ci si viene per lavorare o per divertirsi; no, per intendere Roma non bisogna darle importanza, lasciar cadere risentimenti, soggezioni e ammirazione; bisogna respirarla: e aspettare”.

Dunque, cerchiamola insieme per le strade intorno alla Sinagoga e alla nativa San Cosimato, in una domenica mattina, la prima di una serie di passeggiate dedicate a Sordi e al cinema di Perdersi a Roma con Marmorata 169.

INFO Appuntamento il 23 febbraio h11 al Portico d’Ottavia. Per proseguire verso Trastevere, dove la passeggiata in 1,30h circa chiuderà a Piazza San Cosimato. Per prenotarsi scrivete una mail a marmorata169@gmail.com o contattate il 3294122420 con sms/Whatsapp

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Escursioni, potrebbe interessarti

  • Pedalata in famiglia nella Valle della Caffarella

    • 24 aprile 2021
    • Parco Regionale dell'Appia Antica
  • Pedalata nella storia tra la Caffarella e l'Appia Antica

    • 17 aprile 2021
    • Parco Appia Antica
  • "Era di Maggio", la Festa di Primavera all'Orto Botanico

    • dal 8 al 9 maggio 2021
    • Orto Botanico di Roma

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Alberto Sordi, prorogata la mostra nella sua villa

    • dal 16 settembre 2020 al 30 giugno 2021
    • Villa di Alberto Sordi
  • Il miglior "panino sanizzo" direttamente dalla Calabria al Rione Monti: Mi'Ndujo ha aperto il quarto locale

    • dal 29 marzo al 31 dicembre 2021
    • Mi'Ndujo
  • I Marmi Torlonia, la mostra ai Musei Capitolini

    • dal 25 settembre 2020 al 27 giugno 2021
    • Villa Caffarelli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RomaToday è in caricamento