Officina Pasolini, gli appuntamenti di maggio

Un maggio ricco di eventi a “Officina Pasolini - Regione Lazio”, Laboratorio di Alta formazione artistica e Hub culturale.

Si comincia giovedì 2 maggio alle ore 20.30 con la proiezione di Fahrenheit 451 (1966), prima pellicola a colori del celebre regista francese François Truffaut, la cui visione è introdotta da Maurizio Cartolano e Steve Della Casa. Ispirato all’omonimo romanzo di Ray Bradbury del 1953, Fahrenheit 451 racconta lo strapotere mediatico della televisione. In una società ambientata in un futuro lontano, ma non precisato, Guy Montag svolge con diligenza e serietà il lavoro di pompiere. Lavoro che però non serve per domare gli incendi bensì per generarli dando fuoco a tutti i libri esistenti. In questa società del futuro infatti è vietato leggere: la lettura è considerato un reato e possedere dei libri porta all’arresto. Montag esegue gli ordini senza porsi domande fino a quando la conoscenza di una bellissima ragazza gli aprirà finalmente gli occhi.

Martedì 7 maggio alle ore 20.30 sarà invece proiettato Backliner (2018). Il film diretto da Fabio Lovino vuole essere un vero e proprio viaggio nella musica e nella poesia di Riccardo Sinigallia, cantautore e produttore discografico che viene raccontato, nella sua complessità umana e artistica, attraverso la guida narrativa emotiva di Valerio Mastandrea e degli amici artisti e discografici che portano la loro personale testimonianza. Dopo la visione del film, è previsto un incontro alla presenza del regista e del protagonista con Piergiorgio Bellocchio, Marina Rei, G-Max e Renato De Maria, moderato dal giornalista Andrea Scarpa. 

Venerdì 10 maggio alle ore 21 è in programma la presentazione del libro Zero, nessuno e centomila - lo specifico teatrale nell’arte di Renato Zero di Sacha Piersanti, edito da Arcana Edizioni. Un percorso suggestivo che attraversa la carriera di uno degli artisti più eccentrici e longevi della storia della canzone italiana. Seguendo l’evoluzione della proposta artistica di Renato Zero grazie anche alla testimonianza di alcuni collaboratori, il libro mette in luce le modalità, i meccanismi scenici e drammaturgici grazie ai quali la sua musica diventa a tutti gli effetti teatro. Conclude il libro una puntuale disamina dei concerti-spettacolo più significativi di Zero come cantattore e vero e proprio regista. Con l’autore intervengono Vincenzo Incenzo, che firma la prefazione al volume, Nicola Fano e Federico Capitoni. A dar voce ad alcune pagine di Zero, nessuno e centomila, due attori diplomati al Laboratorio artistico di Officina Pasolini: Ludovica Bove e Emanuele Marchetti.

Dalla letteratura al teatro con Assassini, spettacolo diretto da Massimo Venturiello, in scena venerdì 17 e sabato 18 maggio alle ore 21 e domenica 19 maggio alle ore 18. I giovani artisti della sezione Teatro di Officina Pasolini e i musicisti del Conservatorio Santa Cecilia portano sul palco un nuovo lavoro di Venturiello che unisce tre classici del teatro attraverso un unico tema: la violenza che può nascere dall’amore. Un argomento tanto attuale quanto antico che esplora le possibilità di terribile degenerazione di questo sentimento. Si va così alla riscoperta della Medea di Euripide, dell’Otello di Shakespeare e della Sonata a Kreutzer di Tolstoj, opere immortali che rivivono anche grazie alle musiche che accompagneranno la rappresentazione, scritte appositamente dalla classe di Composizione e che saranno eseguite dal vivo dai giovani musicisti del Conservatorio Santa Cecilia.

Il mese di maggio si chiude con tre imperdibili appuntamenti dedicati alla musica.

Mercoledì 22 maggio alle ore 21 arrivano a Officina Pasolini le EbbaneSis, celebre duo dello swing napoletano che sta spopolando in rete con le sue personalissime reinterpretazioni dei brani della tradizione partenopea. Arrangiamenti e fantastiche versioni “americanizzate” dal sapore swing che fanno rivivere la canzone napoletana anche grazie alla grande ironia delle due interpreti, Viviana Cangiano e Serena Pisa.

Venerdì 24 maggio alle ore 21 invece è la volta di La memoria è una voce di donna, un incontro tutto al femminile per parlare di musica con tre grandi protagoniste della canzone popolare italiana, conosciute in tutto il mondo: Elena Ledda, cantautrice di lingua sarda, Lucilla Galeazzi, studiosa e cantautrice umbra specializzata nei canti tradizionali della sua regione, e Fausta Vetere, voce storica e direttrice artistica della Nuova Compagnia di Canto Popolare. L’incontro sarà arricchito da alcune esibizioni live delle artiste. Moderano Felice Liperi e Tosca.

Martedì 28 maggio alle ore 21 la musica al femminile è infine ancora protagonista con un incontro che vede a confronto due giovani cantautrici: Carolina Bubbico, Lavinia Mancusi e Flo. Tre nomi di talento che in questi ultimi anni si sono fatti notare sulla scena musicale italiana e che sono certamente fra i più interessanti in circolazione. Sul palco, per dialogare con loro all’interno di una serata che prevede anche diverse esibizioni dal vivo, ci saranno anche Davide Dose e Fabio Luzietti di Radio Sonica.

Il programma di maggio alle Officine Pasolini

2 MAGG // ORE 20:30
Fahrenheit 451
Regia di: François Truffaut
Intervengono: Maurizio Cartolano e Steve Della Casa

***

 7 MAGG // ORE 20:30
Backliner
Regia di: Fabio Lovino 
Con Riccardo Sinigallia, Valerio Mastandrea, Caterina Caselli, Filippo Gatti, Pier Giorgio Bellocchio
Intervengono: Fabio Lovino, Riccardo Sinigallia, Andrea Scarpa, Marina Rei, Piergiorgio Bellocchio, G-Max e Renato De Maria

***

10 MAGG // ORE 21
Presentazione di Zero, nessuno e centomila - lo specifico teatrale nell’arte di Renato Zero, di Sacha Piersanti
Intervengono: Sacha Piersanti, Vincenzo Incenzo, Nicola Fano, Federico Capitoni
Letture di: Ludovica Bove, Emanuele Marchetti

***

 17, 18 MAGG //ORE 21.00 - 19 MAGG //ORE 18.00    
Assassini
Regia di: Massimo Venturiello
Spettacolo con i giovani artisti della sezione Teatro di Officina Pasolini, realizzato in collaborazione con il Conservatorio di Santa Cecilia
Musiche di: Chiara Casà, Pietro Pacini, Ermanno Sebastiano, Filippo Stefanelli e Andrea Torti 

***

22 MAGG //ORE 21.00
EbbaneSis in concerto

***

24 MAGG //ORE 21.00
La memoria è una voce di donna
Incontro con: Elena Ledda, Lucilla Galeazzi e Fausta Vetere    
Moderano: Felice Liperi e Tosca

***

 28 MAGG // ORE 21:00     

Quello che le donne dicono
Incontro con: Carolina Bubbico, Flo, Lavinia Mancusi
Moderano: Davide Dose e Fabio Luzietti

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti

È possibile riservare i posti scrivendo in privato alla pagina Facebook di Officina Pasolini lasciando nome, cognome e numero di posti desiderati. I posti saranno riservati soltanto fino a trenta minuti prima dell’inizio dello spettacolo.

Teatro Eduardo De Filippo – Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini
Allo spazio si accede attraverso l’accesso di Viale Antonino di San Giuliano, angolo via Mario Toscano (zona Ponte Milvio)

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • La dolce vita: le colonne sonore del grande cinema gratis per bambini, medici e infermieri

    • dal 6 ottobre al 24 novembre 2020
    • Chiesa di San Paolo entro le Mura
  • Elvin Dhimitri inaugura la nuova stagione di Opera e Lirica a Roma

    • dal 1 ottobre al 26 novembre 2020
    • Oratorio del Caravita
  • Emil, Carlo e Giancarlo: concerti dei Tre Tenori di Opera e Lirica

    • dal 2 ottobre al 18 dicembre 2020
    • Chiesa di San Paolo entro le Mura

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Il Regno di Babbo Natale, un mondo incantato a un'ora da Roma

    • dal 18 settembre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Vetralla (VT)
  • Back to nature, installazioni d'artista a Villa Borghese

    • Gratis
    • dal 15 settembre al 13 dicembre 2020
    • Villa Borghese
  • Il tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione di Roberto Longhi, prorogata la mostra

    • dal 16 giugno 2020 al 10 gennaio 2021
    • Musei Capitolini, Palazzo Caffarelli
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RomaToday è in caricamento