Martedì, 22 Giugno 2021
Eventi Ghetto / Via del Portico d'Ottavia

Notte della Cabbalà al Vecchio Ghetto di Roma

Una notte di sogno, sabato 17 settembre 2011, tra Cabbalà, mistica ebraica e tradizioni millenarie alla scoperta dei segreti di Roma, dove la presenza ebraica risale ad oltre duemila anni fa

Una notte di sogno, sabato 17 settembre 2011, tra Cabbalà, mistica ebraica e tradizioni millenarie alla scoperta dei segreti di Roma, dove la presenza ebraica risale ad oltre duemila anni fa.

 

LEGGI ANCHE: NOTTE DELLA CABBALA': PROGRAMMA COMPLETO


 
La Cabbalà - che nasce e si sviluppa intorno al XII secolo - non ha mai cessato di essere una risorsa fondamentale per la lettura e la comprensione della tradizione ebraica e del mondo in generale. Gli argomenti trattati dalla Cabbalà sono vastissimi: si parte dalla Creazione del mondo e dall'essenza stessa di Dio per arrivare ai rapporti sociali tra gli uomini e alla vita quotidiana di ognuno di noi. Per questo motivo, anche oggi, è uno degli ambiti dell’ebraismo che maggiormente affascina e attrae l’interesse di un pubblico non solamente religioso e non solamente di origine ebraica.
 
Per questo motivo la NOTTE DELLA CABBALÀ “accende le luci” sia su Roma Capitale sia sulla Roma ebraica. Le porte del Vecchio Ghetto Demolito, nella zona tra il lungotevere De’ Cenci e via del portico D’Ottavia e tra via Arenula e il Teatro di Marcello, si aprono alla città - dalle ore 20.30 alle ore 02.30 – con un programma di eventi culturali, musica, teatro, degustazioni, incontri letterari, dj set e il nuovo format dello “street party”, per far scoprire ai romani le virtù e i segreti di una delle zone più affascinanti del Centro Storico.
 
Tutte le iniziativa della Notte della Cabbalà sono ad ingresso gratuito
 
Il Ghetto diventa una scena notturna a cielo aperto dove si alterneranno artisti italiani e internazionali per una “no-stop” di eventi culturali per tutta la notte. In tutto il quartiere anche gli esercizi commerciali e i ristoranti rimarranno aperti con i loro menù di cucina giudaico romanesca e dalla tradizione ebraica internazionale (israeliana, orientale, Europea).
 
Un segno che ribadisce l’apertura al dialogo, proprio in occasione dei 150 dall’Unità d’Italia, tra memoria e modernità, nel cuore pulsante della cultura romana, conservata anche grazie ai numerosi restauri fortemente voluti e sostenuti da Roma Capitale.
Un percorso culturale alla scoperta delle radici storiche della città, che apre nuovi scenari metalinguistici, sinergie e suggestioni fondate sul dialogo tra culture diverse.
 
La “NOTTE DELLA CABBALÀ” inaugura la quarta edizione del Festival Internazionale di Letteratura Ebraica (a Roma dal 17 al 21 settembre 2011) con un ospite d’eccezione, lo scrittore israeliano A. B. YEHOSHUA al Tempio di Adriano - l’unico appuntamento della serata a svolgersi fuori dal Ghetto - alle ore 21.00. Intervistato dal giornalista Marino Sinibaldi, Yehoshua accompagnerà il pubblico in un “viaggio nella letteratura ebraica” durante il quale l’attore Massimo Ghini leggerà una selezione di brani.
 
Momento centrale della serata è, alle ore 22.30 al PALAZZO DELLA CULTURA, l’incontro “Dialoghi sulla Cabbalà” con la scrittrice e studiosa di mistica ebraica e di arte sacra ebraica YARONA PINHAS, con la studiosa di Cabbalà, terapeuta e psicologa DANIELA ABRAVANEL e con il RABBINO BENEDETTO CARUCCI.
Yarona Pinhas parlerà di come la Cabbalà possa aiutare a vivere meglio i rapporti interpersonali e in particolare all'interno della famiglia. Il rabbino Benedetto Carucci terrà un'introduzione sul metodo cabbalistico che va usato per leggere i testi biblici. Daniela Abravanel affronterà il tema di Guarigione e Cabbalà: come, attraverso gli insegnamenti cabbalistici, si può affrontare una guarigione con maggiore energia, facilitando i processi di recupero del corpo.
 
La musica sarà la grande protagonista della Notte della Cabbalà, con 6 concerti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte della Cabbalà al Vecchio Ghetto di Roma

RomaToday è in caricamento