Mostre Via Guido Reni

Museo Maxxi, l'”Orgasmo Spray” è clandestino

Luan Scaringella, artista neo-pop, ha beffato la sorveglianza del museo ed è riuscito ad esporre la sua opera "Orgasmo Spray"

Venerdì 1 Ottobre, il designer, pittore e scenografo romano 43enne Luan Scaringella, è riuscito ad eludere la sorveglianza del Museo Maxxi di Roma, arrivando ad appendere clandestinamente, sul lato dell'Igloo di Mario Merz, una sua opera, "Orgasmo Spray" con tanto di targhetta identificativa.

Il sogno di questo artista neo-pop, è stato da sempre poter esporre una delle sue opere, evidentemente provocatorie e sarcastiche, proprio al Museo delle Arti del XXI secolo,sul lato dell'Igloo di Mario Merz e questa volta ci è riuscito attirando su di sé clamore e attenzione dei media.

"Il movente? - spiega l'artista - Sognavo di esporre al Maxxi. Una notte ho sognato di esporre al Maxxi. Un giorno la mia opera è stata esposta al Maxxi."

Il dipinto era dotato anche di una targhetta illustrativa identica per grafica e misure a quella delle altre opere esposte nel museo di via Guido Reni e vi si poteva leggere chiaramente: "Luan Scaringella (Roma, 1967) - Orgasmo Spray (2010) - Come "sarcasmo" sull'umana trivialità - intesa come denaro, vizio e soddisfazione primaria. Da oggi, disponibile in confezione spray".

Le reazioni ufficiali dei responsabili del museo sono state tutto sommato positive.
"Una performance anche piacevole ed arguta, visto che è la prima volta che accade - dice Pio Baldi, presidente della Fondazione Maxxi - il proprietario può venire a riprenderla quando vuole."


La direttrice Arte del Maxxi, Anna Mattirolo aggiunge divertita: "Io ho saputo di questo blitz artistico al mio rientro stamattina. Evidentemente il Maxxi è già entrato profondamente nell'immaginario degli artisti e ci fa piacere. La cosa che mi ha stupito è la dedizione con cui ha studiato la sua personalissima esposizione."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Museo Maxxi, l'”Orgasmo Spray” è clandestino

RomaToday è in caricamento