menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inagurato il Macri, il primo Museo contro i crimini ambientali in Europa

Su una superficie di 400 mq il MACRI vuole sensinilizzare tutti i cittadini su temi come il commercio illegale di flora e fauna e informare sui possibili danni ambientali

Ieri pomeriggio, 6 marzo, ha aperto al pubblico il MACRI, museo Ambientale e crimine, all'interno del Bio Parco di Roma. La sua realizzazione è stata resa possibile grazie alla collaborazione del Corpo Forestale dello Stato. La visita al Museo è compresa nel prezzo del biglietto d'ingresso al Bioparco.  

LE SEZIONI- Il Museo si sviluppa su una superficie di 400 mq in cui si possono trovare reperti tra cui avorio grezzo e lavorato, monili, conchiglie, carapaci di tartarughe, pelli, coralli. Si possono addirittura trovare antichi farmaci della tradizionale medicina cinese realizzati con parti di animali protetti e tutelati dalla Convenzione Internazionale di Washington (CITES) che regola il commercio delle specie protette. La vastità del Museo ha permesso anche l'installazione di pannelli su cui proiettare video e immagini per risaltare le principali minacce alle risorse naturali del nostro Pianeta. Tra le diverse sale si potranno poi incontrare simpatici animali esotici come come avocette, testuggini e tortore tropicali. 

TEMA- Primo Museo in Europa per il suo genere, il MACRI si pone come obbiettivo quello di riuscire a sensibilizzare tutti i cittadini su un fenomeno che sempre più sta prendendo piede nel nostro Paese: un ripertersi continuo di oltraggio e crimini all'ambiente, puntando particolarmente il dito contro il commercio illegale di Fauna e Flora in via d' estinzione. Negli ultimi periodi queste attività si stanno protraendo sempre più e sembrano riportare alla crinimalità organizzata. Il Museo vuole anche far luce su tutte le possibilità e tutti gli strumenti che lo Stato potrebbe utilizzare per combattere queste forme di illegalità. A questo ultimo tema viene dedicata una sezione apposita in cui sono esposti tutti gli strumenti e le tecniche di indagine utilizzate dalle forze dell’ordine: dalle tecniche di laboratorio forense al laboratorio mobile del Corpo forestale dello Stato, dal metodo per l’individuazione del punto di innesco di un incendio, al criminal profiling.

TECNOLOGIA- In diversi punti del museo è possibile consultare totem interattivi che, attraverso sistema touchscreen, si possono visionare filmati inerenti alle aree tematiche del Museo. 

INAUGURAZIONE- Ieri all'inaugurazione del museo hanno partecipato il ministro per le Politiche Agricole e Forestali, Maurizio Martina, il capo del Corpo Forestale dello Stato, Cesare Patrone e il presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Federico Coccia. Sono intervenuti, inoltre, Renato Grimaldi, direttore generale per la Protezione della Natura e del Mare del Ministero dell’Ambiente, e Athos De Luca, presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento