Eventi

Al via Mojoitalia, il festival del mobile journalism

Venerdì prenderà il via Mojoitalia il festival del mobile journalsim giunto alla sua terza edizione. L'appuntamento 2021 si terrà in modalità online causa Covid

Venerdì 7 maggio prenderà il via la terza edizione di Mojoitalia.it, il festival del mobile journalism (Mojo) e terminerà domenica 9 maggio. Stampa Romana il fulcro del movimento MOJO con il supporto dell’associazione FILMAKER, organizzando corsi tenuti da Nico Piro, inviato degli esteri del Tg3, ed Enrico Farro, filmmaker e presidente associazione FILMAKER. L’edizione 2021 vede la sponsorizzazione di marchi internazionali del settore audio-video e il patrocinio di Coris-La Sapienza

Il festival 

Le prime due edizioni del festival si sono svolte nel 2018 e nel 2019 alla Casa del Cinema di Roma; quella del 2021 invece è on line per rispettare le norme anti Covid, e si potrà seguire su www.mojoitalia.it e www.stamparomana.it. Il mojoitalia è il primo e unico festival di questo tipo in Italia, e si collega a quelli a livello europeo realizzati a Dublino e a Berlino Al centro del festival ci sarà l’utilizzo dei cellulari, fondamentali per la realizzazioni di servizi, notiziari e con tutto ha a che fare con i social. Lo smartphone è diventato lo strumento ideale per rappresentare la realtà in maniera veloce e con qualità. Una macchina completa per riprendere, montare, consegnare prodotto video a portata di mano. Giornalisti, reporter, filmmakers da primi hanno utilizzato lo smarthpone a livello professionale, servendosi di attrezzature di supporto tecnico per renderlo ancora più performante e per per portare poi la propria esperienza e conoscenza nei corsi di formazione.

Le attività del festival

Quattro sono i contest previsti per questa edizione del Mojoitalia festival. 1) AL TEMPO DEL COVID, storie e racconti sugli effetti sociali e personali della pandemia (sia giornalistici che non). 2) MOBILE JOURNALISM, notizie e storie legate a notizie raccontate con lo smartphone. 3) STORYTELLING, storie e vicende non giornalistiche raccontate con lo smartphone. 4) JUNIOR VIDEOMAKER, dedicata a video realizzati da bimbi con un’eta non superiore ai 14 anni. Domenica 9 la premiazione dei vincitori. Per tutta la durata del Festival saranno organizzati ben otto seminari sulla creazione e diffusione di contenuti, modalità di narrazione e su quali strategie adottare per lavorare in tempo di Covid. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via Mojoitalia, il festival del mobile journalism

RomaToday è in caricamento