Eventi

Il Cervantes presenta a Roma la nuova drammaturgia spagnola

Martedì 9 ottobre alle 21 "Libero mercato" (Mercado libre) di Luis Araujo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Al Teatro India - sala Squarzina, nell'ambito della VII edizione di "In altre Parole", rassegna che esplora le nuove drammaturgie internazionali vanno in scena due testi inediti in forma inedita, ovvero con attori e registi riuniti per l'occasione. La Contemporanea in collaborazione con l'Instituto Cervantes di Roma presentano martedì 9 ottobre alle 21 "Libero mercato" (Mercado libre) di Luis Araujo, con Paolo Zuccari e Alexandra Mogos, per la regia di Marcello Cotugno e il giorno seguente, sempre alle 21, "La stanza per noi due" (En la otra habitación) di Paloma Pedrero, con Iaia Forte e Emilia Verginelli, per la regia di Francesco Zecca. Il primo, tradotto da Pino Tierno, è una riflessione ruvida e incalzante sulla mercificazione dei sentimenti e delle persone, il secondo invece, tradotto da Francesca Cornelio, esplora con delicatezza l'altalenarsi delle complicità e delle competizioni all'interno di un rapporto madre-figlia. Simbolico il prezzo del biglietto, di soli 3 Euro, per replica. Con oltre 30 anni di attività teatrale alle spalle, Luis Araújo è autore, regista, attore e sceneggiatore. I suoi testi teatrali sono stati tradotti in italiano, francese, inglese, tedesco, rumeno, bulgaro. Ha ottenuto numerosi premi, anche internazionali. Ha impartito corsi di arte e scrittura drammatica in molti istituti e centri universitari spagnoli ed è stato anche vicepresidente dell'Associazione di Autori spagnoli di Teatro. È consigliere di redazione della rivista teatrale Primer Acto e consulente della Agenzia Europea per la Gioventù, la Cultura e l'Audiovisivo. Autrice, attrice e regista, tanto in teatro quanto al cinema e in televisione, Paloma Pedrero. È laureata in Antropologia sociale alla Universidad Complutense di Madrid. Ha pubblicato e messo in scena una trentina di opere. I suoi testi sono stati tradotti in undici lingue, fra cui l'italiano, e sono stati rappresentati in diversi paesi d'Europa e d'America. La sua drammaturgia è oggetto di numerosi studi universitari, da una parte all'altra dell'Oceano. La sua carriera di autrice teatrale l'ha portata a scrivere opere insignite di premi prestigiosi quali il Tirso de Molina.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cervantes presenta a Roma la nuova drammaturgia spagnola

RomaToday è in caricamento