Greg & The Frigidaires in concerto al Cotton Club

Una vera Doo-Wop band! Un quartetto vocale ed una solida ritmica che a suon di "Sha-badubudì" e "Ramalamading dong" ripercorrono uno dei generi più interessanti degli anni '50/'60 con armonie vocali, ritmi swinganti e rockeggianti! Dai Coasters, a Dion & the Belmonts, ai Diamonds, e poi The Cleftones, The Beach Boys, The Platters, The Cadillacs e altre band che hanno contribuito alla fama di questo genere, in più molti brani originali pregni di sagacia ed ironia. La passione per il r'n'r e per il doo wop è la base da cui i Frigidaires partono per creare un'esperienza musicale attuale, il linguaggio è rispettoso delle radici sia nella musica che nelle intenzioni dei testi, l'ironia e il sarcasmo tipico del genere, rivivono calati nei nostri giorni e la musica, dalle sonorità '50s e '60s ha un'energia decisamente garage rock.

La band nasce dalle esperienze condivise in 25 anni di concerti, sui palchi di tutta Italia e attraverso diverse formazioni, da Claudio'Greg'Gregori e Luca Majnardi; insieme a loro Alex Meozzi, Giovanni Campanella, Giulio Scarpato e Olimpio Riccardi, quattro provati professionisti che si distinguono in generi che vanno dal rock al jazz. I Frigidaires non si presentano come semplice 'cover band', le canzoni che propongono in concerto e sui dischi si alternano tra composizioni originali e classici del genere, a volte con ficcanti testi rivisitati in italiano, per questo e per l'energia dei loro live set riescono a raggiungere i pubblici più eterogenei, dai centri sociali agli abbonati dei teatri.

Claudio Gregori è noto ad un pubblico più vasto per la sua attività di attore e autore per la radio la televisione ed il cinema ma fin dalla metà degli anni '80 è attivo come cantante e chitarrista nella scena r'n'r e rock'a'billy romana e attraverso gli anni ha mantenuto con passione e con successo l'attività di musicista. Luca Majnardi ha condiviso molte delle esperienze musicali insieme a Claudio Gregori, cantante e trombettista si alterna con gioia tra il r'n'r, il croonin' in big band e il jive blues in diversi combo.

Alex Meozzi chitarrista e cantante, leader degli 'Statale 66'(di cui Gregori e Majnardi sono anche produttori), appassionato delle armonie vocali che vanno dagli anni '50 alla psichedelia dei primi anni'70 e carismatico solista. Giovanni Campanella, batterista apprezzato soprattutto nel jazz, sia moderno che tradizionale, a livello nazionale, con i Frigidaires può dare sfogo alla sua anima più garage. Giulio Scarpato, bassista e contrabbassista che spazia dalla musica d'avanguardia al jazz e al reggae e che nei Frigidaires trova una dimensione anche come storico e biografo del Gregori. Olimpio Riccardi è un sassofonista dal grande talento e dalla grande preparazione che si destreggia in contesti vari e prestigiosi e che con i Frigidaires da sfogo alla sua passione per il doo wop anche come cantante.

Cotton Club
Via Bellinzona 2
Info e prenotazioni
+390685352527
+393490709468
Inizio concerto ore 22:30
Ingresso 10 €

Line-up
Greg, Voce-Chitarra
Luca Majnardi, Voce
Alessandro Meozzi, Voce-Chitarra
Olimpio Riccardi, Sax
Giovanni Campanella, Batteria
Giulio Scarpato, Basso

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Emil, Carlo e Giancarlo: concerti dei Tre Tenori di Opera e Lirica

    • dal 2 ottobre al 18 dicembre 2020
    • Chiesa di San Paolo entro le Mura

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Back to nature, installazioni d'artista a Villa Borghese

    • Gratis
    • dal 15 settembre al 13 dicembre 2020
    • Villa Borghese
  • Il Regno di Babbo Natale, un mondo incantato a un'ora da Roma

    • dal 18 settembre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Vetralla (VT)
  • Il tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione di Roberto Longhi, prorogata la mostra

    • dal 16 giugno 2020 al 10 gennaio 2021
    • Musei Capitolini, Palazzo Caffarelli
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RomaToday è in caricamento