Frequency, 6 installazioni di Sultan bin Fahad in mostra

Le sei installazioni composte da Sultan bin Fahad raccontano e ridipingono il perimetro della spiritualità narrato e vissuto dall’artista.
Un viaggio verso il luogo del cuore, come egli stesso ama dire, il tempio dei sentimenti, dove ognuno in fondo si trova solo, alla ricerca della sua immortalità, vicino al senso più profondo della sua esistenza.

Un breve ed intenso percorso che, attraverso una sequenza ritmata e scandita dalle sale di palazzo rhinoceros, vuole trasmettere sensazioni e vibrazioni che scaturiscono da semplici gestualità osservate e quasi annusate dai visitatori.
La mostra suggerisce una direzione nel tracciare la dimensione fisica e metaforica del lungo viaggio che l’essere umano intraprende ogniqualvolta cerca di mettersi in contatto con il Superiore.

Quello di Sultan bin Fahad è in verità un viaggio intrapreso dall’individuo proprio alla radice della sua umanità ed è veramente speciale pensare che questo eterno movimento di spirito ebbe inizio proprio nei luoghi dove Sultan è cresciuto e si è formato.

In questo senso la poetica di Sultan non è solo espressione della sua sensibilità umana e culturale, ma raccoglie la tradizione di una regione geografica e di popoli che rappresentano il luogo in cui nascono concetti antropologici basilari e permeanti la cultura greca e latina e le principali culture orientali.

Proprio nella penisola arabica, infatti, i nostri più antichi antenati iniziano a relazionarsi con la propria esistenza attraverso la perdita dei loro cari.

Nasce naturalmente il culto dei morti, un momento sacro e primordiale in cui l’uomo si ribella al senso della sua caduca esistenza e si rivolge al cielo.

Proprio l’analisi della ritualità che da questo momento scaturisce ci dà la possibilità di perimetrare e creare una riflessione sulla sintassi di concetti alla cui radice semantica è utile riferirsi, per definire un arcobaleno di sfumature: il concetto di spiritualità religiosa, il concetto di arte, di lusso, fino ad arrivare al concetto di moda.

Queste definizioni passano in rassegna il disegno dell’umanità e delle comunità dipingendola senza mai fermarsi. Attraverso i riti connessi al culto dei morti l’uomo inizia ad entrare in contatto con il Superiore e materializza questo rapporto attraverso la creazione di oggetti che, per via della loro preziosità e del carattere multisensoriale, vengono definiti come oggetti d’arte. La religione e l’arte nata intorno ad essa condividono l’aspirazione verso l’eterno, l’immortale, l’assoluto.

Sultan bin Fahad è frutto di questa terra così affascinante e carica di spiritualità.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Back to nature, installazioni d'artista a Villa Borghese

    • Gratis
    • dal 15 settembre al 13 dicembre 2020
    • Villa Borghese
  • Il tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione di Roberto Longhi, prorogata la mostra

    • dal 16 giugno 2020 al 10 gennaio 2021
    • Musei Capitolini, Palazzo Caffarelli

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Il Regno di Babbo Natale, un mondo incantato a un'ora da Roma

    • dal 18 settembre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Vetralla (VT)
  • "Dinosauri in carne e ossa" nell'Oasi WWF di Fregene

    • dal 22 marzo 2019 al 16 novembre 2020
    • Oasi WWF Macchiagrande
  • Back to nature, installazioni d'artista a Villa Borghese

    • Gratis
    • dal 15 settembre al 13 dicembre 2020
    • Villa Borghese
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    RomaToday è in caricamento