Al Forte Prenestino “Unstoppable” e dj set con dj Baro, dj Stile e Mario Dread

H 22:00 - Proiezione del documentario 'Unstoppable - The roots of Hip Hop in London' Presenti autore, regista e produttore della pellicola per un incontro/dibattito pre e post visione. A seguire DJ SET con - DJ STILE (Rome Zoo) & DJ BARO (Colle Der Fomento) - Hosted By & Opening Set a cura di MARIO DREAD (Cool Runnings) LINK WEB UTILI: www.unstoppabledocumentary.com www.forteprenestino.net WEB VIDEO TEASER: https://vimeo.com/193049943 Link all'evento facebook https://www.facebook.com/events/306560046410802/ "UNSTOPPABLE, The Roots Of Hip Hop In London" SCRITTO DA GIUSEPPE PIPITONE DIRETTO DA LIDIA RAVVISO UNA PRODUZIONE WOKA E 11 LITTLE FILMS Unstoppable è un progetto di documentario diviso in quattro capitoli e focalizzato sulla nascita della scena hip hop a Londra e nel Regno Unito, in particolare nel periodo compreso tra il 1979 e il 1988. Quando il rap sbarcò in Inghilterra non tardò molto a conquistare le menti e i corpi dei giovani londinesi. Dal rap al djing, dai graffiti alla break dance, i quattro elementi base della cultura Hip Hop si adattarono gradualmente a quella inglese così come alle caratteristiche del suo tessuto sociale e politico, arrivando così a creare una scena del tutto endemica e unica nel panorama mondiale. Così come negli Stati Uniti, l'hip hop venne subito abbracciato dalle giovani generazioni londinesi come mezzo espressivo della propria identità e allo stesso tempo come forma di ribellione all'emarginazione sociale tipica dei grandi agglomerati urbani. Che tutto ciò avvenisse in maniera cosciente o meno, Unstoppable si propone di narrare un'onda espressiva che vide protagonista e coinvolse un'intera generazione tramite interviste dirette ai protagonisti ed una ricerca mirata negli archivi e nelle videoteche. I quattro capitoli in cui Unstoppable si dividerà sono: Hip Hop gets to England, Rock Box and the UK sound systems, From local neighborhood to Covent Garden e UK rap's identity. Come ex capitale dell'impero, Londra è sempre stata levatrice di generazioni di migranti che portavano con sé il bagaglio culturale delle loro terre d'origine ma che venivano spesso relegati ai margini della city a volte in contesti fortemente spaesanti. Aiutati dall'onda di una cultura basata su comunione e socialità, i pionieri del rap inglese seppero riappropriarsi di un'area centrale della metropoli, stabilendo a Covent Garden un centro di attrazione per tutti i giovani londinesi. Siamo nella Londra in bilico tra la ?ne degli anni '70 e l'inizio degli '80, la Londra del thatcherismo, martoriata da una profonda crisi economica e sociale che spediva i propri ?gli a difendere uno scoglio isolato nell'Atlantico, nella guerra delle Falklands. Ma è anche la Londra dei carnevali caraibici, del reggae e dei rude boys, dei primi squat parties e dei sound systems montati nelle strade. È questo il contesto temporale in cui si muovono i personaggi di Unstoppable e nel quale disegnarono un panorama socioculturale che riuscì ad andare ben oltre i con?ni di una corrente musicale giovanile. Unstoppable si baserà su interviste ai principali esponenti della scena hip hop come Family Quest - una delle primissime crew inglesi autori delle hit più suonate negli anni '80 - o Rodney P - considerato il padrino della piazza londinese e ispiratore di una generazione intera di emcees nell'utilizzo dello slang - o ancora Mc Mello e Dj Pogo della Jus Bad crew, il duo femminile Cookie Crew autrici della storica Rok da house. Altre interviste coinvolgeranno rappers, djs, produttori, breakers e writers come DJ Fingers, Yankee, Fresh Ski, Dave Cash C, MC Duke, Dolby D (London All Stars), Pervez (Live to Break), Halit (Live To Break), Fraggle, Skam One (KREW), Pride (TCA), DJ Devastate (Demon Boys), Sparkii Ski (Jus Bad Crew), Jimmy Beat Box, Alex Tomb e molti altri. Unstoppable nasce innanzitutto dalla passione e dall'amore per il rap di Giuseppe Pipitone, autore - per la casa editrice Agenzia X - del libro Louder than a bomb, incentrato sulla golden age del rap in america, da cui il documentario prende le mosse, e di Lidia Ravviso, regista e autrice di svariati videoclip per artisti della scena rap italiana come Clementino e Arti?cial Kid. Nella scrittura di Louder than a bomb, Giuseppe Pipitone si è interrogato su quale fosse lo stato della cultura Hip Hop in quegli anni 80 in Europa e Londra, da sempre ponte tra la cultura del vecchio e del nuovo continente, è risultata essere una scelta praticamente obbligata: da lì l'Hip Hop si è diffuso in tutta Europa e da lì si è scelto di cominciare. Unstoppable è un progetto indipendente cooprodotto da Woka e 11 Little Films. Passata la fase di ricerca, la prima tranche di riprese e l'uscita del teaser - sostenute in maniera autonoma - le due case di produzione, convinte nel mantenere il carattere indipendente del progetto, hanno deciso di rivolgersi agli utenti di Indiegogo per la concreta realizzazione del ?lm. La campagna, partita a giugno 2013, andrà avanti ?no a ?ne lavorazione e sarà supportata da una serie di videobox realizzati da alcuni dei protagonisti del documentario e rappers italiani e inglesi che saranno pubblicati sulla sito e sulla pagina facebook di Unstoppable. C.S.O.A. Forte Prenestino via Federico Delpino - Centocelle - Roma Web: www.forteprenestino.net Mail: segreteria@forteprenestino.net Tram 5-19-14 - bus 542-544 - metro C: fermate Gardenie e Mirti Il Forte Prenestino è un centro sociale occupato e autogestito dal 1986. E' un centro sociale, un luogo di socialità, incontro, divertimento e organizzazione del tempo collettivo, di scambio di idee, visioni, energie e di saperi. Il Forte sperimenta un'organizzazione del proprio spazio e delle proprie attività basata sulla libera associazione di individui uniti/e da una progettualità e da un'etica condivisa. E' per questo che il forte sperimenta il non-lavoro e modelli di vita autogestiti, sperimenta un'altra socialità e un'altra economia perché è parte una realtà immensa e variegata, di chiunque combatta ogni giorno perchè sia possibile un altro mondo, fatto di individui liberi/e uguali e solidali. Per questo il forte è antifascista, antisessista, antirazzista, antiproibizionista.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Disco&Feste, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Back to nature, installazioni d'artista a Villa Borghese

    • Gratis
    • dal 15 settembre al 13 dicembre 2020
    • Villa Borghese
  • Il Regno di Babbo Natale, un mondo incantato a un'ora da Roma

    • dal 18 settembre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Vetralla (VT)
  • Il tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione di Roberto Longhi, prorogata la mostra

    • dal 16 giugno 2020 al 10 gennaio 2021
    • Musei Capitolini, Palazzo Caffarelli
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RomaToday è in caricamento