Eventi Flaminio / Via Pietro de Coubertin

Gelato Festival: le novità il gusto 'pane di Lariano' e tre nuovi gelati cocktail

Dal 15 al 18 maggio, l'Auditorium Parco della Musica ospita la seconda edizione romana del Festival del Gelato. Protagonisti mastri gelatieri noti ed emergenti

Gelati dai gusti originali e innovativi, grandi mastri gelatieri che lavorano sotto gli occhi di tutti, corsi e degustazioni dedicate al famosissimo dolce. Gli amanti del gelato possono esultare perchè tutto questo diventa realtà. Dal 15 al 18 maggio 2014, arriva infatti nella Capitale la seconda edizione romana del Festival del Gelato. L'appuntamento è all'Auditorium Parco della Musica.

DEGUSTAZIONI - Qui bongustai e semplici curiosi potranno degustare i prodotti di undici mastri gelatieri, provenienti dal Lazio e da altre regioni. Ognuno proporrà il suo cavallo di battaglia. Accanto a questi, ci saranno i nuovi gusti di Fabbri, Nutella ed Eni. In particolare la Società di energia proporrà al pubblico un gelato energizzante. Zafferano, liquirizia e peperoncino gli ingredienti di base.

NUTELLA - Un prodotto più tradizionale sarà invece quello proposto dalla Ferrero. Elemento protagonista sarà infatti la Nutella che quest'anno compie ben 50 anni e che, al Festival, avrà uno stand dedicato.

FABBRI - Con Fabbri, i visitatori potranno di nuovo provare gusti e prodotti originali. L'azienda di Bologna presenterà un gelato al pane di Lariano, tipico del Lazio e caratterizzato da una crosta croccante. Accanto al pane, la parola d'ordine di Fabbri sarà cocktail. Al Festival si potranno infatti assaggiare Gelati Cocktail composti da gelato, sciroppi e ghiaccio. Cinque le ricette proposte. Ci saranno il Mojito e il Black Ice Amarena già conosciuti e poi tre nuove idee: il Bitter Orange, la Pina Colada e il Tahiti Blossom.

I MASTRI GELATIERI - Anche i lavori offerti dai Mastri gelatieri saranno dei più vari. Roberto Iacozzilli di Roma presenterà il suo gelato al gusto 'Roma e dintorni. Giampalo Doti dalla provincia di Livorno arriverà nella Capitale con il gusto 'Sacher', mentre Dario Rossi della provincia romana proporrà 'Monti Prenestini'. Gabriele Passerelli della provincia di Salerno verrà al Festival con il gusto 'Costa Sorrentina', Alfonso Porrino di Casertà con la 'Gelatina dell'amore' e Domenico Fargnoli di Roma proporrà il 'Cioccolato amaro fondente'. Valerio Esposito porterà da Latina il gusto 'Ciambelline al vino', mentre Giuseppe Bassanelli di Roma si offrirà 'Fior di bufala con arance candite e mandorle'. Elia D'Alessandro della provincia di Legge farà il gusto 'Passion noisette'. 'Caruso' sarà il gelato proposto da Giampiero Burgio della provincia di Firenze e 'Uva fragola alla catalana' quello di Aroa Monge della provincia di Roma.

TUTTO DAVANTI AGLI OCCHI - Tutti i gelatai lavoreranno sotto gli occhi dei clienti e produrranno in loco i dessert che potranno essere immediatamente degustati. Sede di lavoro l'innovativo laboratorio itinerante chiamato Buontalenti, in onore all'ideatore del gelato. In cinque postazioni, i maestri si alterneranno per produrre i loro prodotti. E questi saranno valutati da una giuria tecnicha e da quella popolare conposta dai visitatori. I due migliori saranno i vincitori di questa tappa romana del Festival e saranno premiati domenica alle ore 18 all'Auditorium.

GELATO CARD  - L'ingresso al Festival sarà gratuito. Per accedere alle degustazioni, il pubblico dovrà invece munirsi della Gelato Card. Al costo di 12 euro (10 euro per glu under 18), si avranno cinque assaggi e un gelato cocktail. La card non sarà nominale e potrà quindi essere utilizzata da più persone e in tutte le giornate del Festival. Si potrà inoltre ricaricare al costo di 7 euro. E servirà anche per seguire corsi di cucina.

SHOWCOOKING - Il Festiva del Gelato non sarà solo infatti solo un percorso di gusto. Ma anche un momento di conoscenza e cultura dedicati a questo prodotto dolciario. I grandi esperti del settore presenteranno il mestiere dei gelatieri.

LA F.I.R.M.O. - I visitatori che porteranno con sè i risultati di un Moc, potranno inoltre avvalersi della consulenza gratuita di un medico. La Fondazione F.I.R.M.O. sarà infatti presente all'evento con materiale informativo sull'osteoporosi e con uno staff di specialisti nutrizionisti che, appunto, daranno consigli sulle quantità di calcio da assumere.

IL GELATO - Questa romana è solo la terza tappa della manifestazione dedicata al gelato. Si tratta infatti di un evento itinerante che attraversa 10 città italiane e cinque straniere. Del resto, "Il gelato rappresenta un prodotto d'eccellenza dell'Italia", ha commentato l'Assessore alle Attività Produttive del Municipio II Emilia La Nava, "ed è importante promuoverlo anche all'estero con iniziative come quella del Festival".

IL FESTIVAL - La manifestazione infatti nasce proprio con questa idea di promozione del prodotto e della sua cultura. La prima edizione è stata a Firenze nel 2010. La scelta della città non è casuale perchè il gelato è infatti nato nel capoluogo toscano. Lo ha inventato Bernardo Buontalenti che, nel Rinascimento, alla Corte de' Medici offrì la prima crema fredda. Questa poi fu portata da Caterina del Medici nelle diverse Corti europee. Proprio Buontalenti e Caterina saranno dedicati il laboratorio mobile di produzione e la zona riservata alle lezioni. Accanto a loro ci sarà anche Ruggeri che inventò il 'ghiaccio all'acqua zuccherata e profumata' e a cui sarà dedicata l'area delle degustazioni. Firenze poi sarà anche la città della finalissima che si terrà nel 2015 e vedrà scontrarsi i vincitori delle diverse tappe.

GLI ORARI - Intanto non resta che gustarsi letteralmente quella di Roma. I visitatori potranno farlo dal giovedì al sabato dalle ore 12 alle ore 24. La domenica invece dalle ore 12 alle ore 20.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gelato Festival: le novità il gusto 'pane di Lariano' e tre nuovi gelati cocktail

RomaToday è in caricamento