Festambiente Mondi Possibili 2013: il festival a impatto zero di Legambiente

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Solo perché non hai visto qualcosa non vuole dire che non esista": una semplice frase che racchiude alla perfezione lo spirito e la magia del film Epic - Il mondo segreto (Usa - 2013). Questo è soltanto uno dei titoli in programma durante la seconda edizione di Festambiente Mondi Possibili, dal 20 al 22 settembre al Circolo degli Artisti di Roma. Grazie alla collaborazione di 20th Century Fox Home Entertainment e Legambiente in occasione della XXI edizione di Puliamo il Mondo, Festambiente Mondi Possibili è lieta di presentare il film di animazione Epic, una divertentissima favola ecologista per tutta la famiglia che permette al pubblico di immergersi in un universo incantato in cui la legge suprema è la tutela della natura e delle creature che la abitano. Per il DVD del film di animazione, in uscita anche in Blu-ray Digital HDTM dal 5 settembre, è stato realizzato un esclusivo eco pack con una minore percentuale di plastica nel rispetto dell'ambiente.

E con Festambiente Mondi Possibili torna anche il cinema targato ambiente grazie alla collaborazione del Clorofilla Film Festival, Festival delle Terre e Cinemambiente di Torino. La programmazione si apre con la premiazione di Qualche nuvola (Italia - 2011) opera prima firmata da Saverio Di Biagio, a cura del Clorofilla Film Festival. Sanno presenti il regista Saverio Di Biagio, Simonetta Grechi, responsabile del Clorofilla Film Festival e Federico Raponi, autore della trasmissione Visionari su Radio Onda Rossa. La serata prosegue con God Save The Green (Italia - 2013) di Michele Mellara e Alessandro Rossi, un documentario costruito su un mosaico di storie che dal Brasile, al Marocco fino a Bologna e Torino racconta come gli orti urbani contribuiscono a dare nuovo senso alle comunità e alla condivisione in città.

Quest'anno la Menzione speciale Legambiente conferita a Cinemambiente di Torino è andata a Il giorno che verrà di Simone Salvemini, il documentario che, attraverso le vicende di quattro personaggi accomunati dall'appartenenza al movimento "No al carbone", racconta la vita e la realtà di Brindisi, una delle zone industriali più inquinate d'Europa.

E ancora, grazie alla collaborazione del Festival delle Terre, che da dieci anni fa conoscere, attraverso documentari nazionali e internazionali, l'universo dei diritti legati alla Terra, saranno presentati L'era del Cemento scritto e diretto da Mario Petitto, Nomos di Andrea "Gadaleta" Caldarola e Camminavamo sulla terra, una produzione del Centro Internazionale Crocevia.

Festambiente Mondi Possibili, con la sua programmazione si conferma ancora una volta come un appuntamento importante dedicato agli appassionati di cinema attraverso proposte di qualità in grado di conciliare il piacere di guardare a quello di informarsi.

Per maggiori informazioni:

www.festambiente.mondipossibili.it

www.facebook.com/festambientemondipossibili

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento