#RomeFilmFest
Festa del Cinema di Roma

Festa del Cinema di Roma, arriva il webdoc su Tor Bella Monaca: quando e dove vederlo

Il documentario si snoda lungo quattro capitoli, che dalla nascita del quartiere arrivano fino al ritratto dell’attuale comunità educante, mettendo insieme video, foto, interviste, testimonianze e materiale di archivio: i dettagli

La Festa del Cinema di Roma non è "solo" grandi proiezioni e star internazionali, ma anche tanto altro. Ogni giorno, con il programma dettagliato, RomaToday aggiorna i lettori su tutti gli eventi e le attività all'interno della kermesse che, spesso, vede la Capitale protagonista assoluta. Come nel caso di "Da quassù si vede il mare", un webdcoc immersivo e interattivo incentrato sul quartiere romano di Tor Bella Monaca. Realizzato da CROMA - Cross Media Action e promosso dalla Fondazione Paolo Bulgari nell'ambito del progetto Cresco, verrà presentato ufficialmente alla Festa del Cinema di Roma il 28 ottobre a partire dalle 11,30, presso il Museo MAXXI. Durante l'incontro, condotto da Pietro del Soldà di Rai Radio3, con la partecipazione dell'attore Giuseppe Cederna, verranno proiettati i primi 2 capitoli del documentario e interverranno i protagonisti di ieri e di oggi della vita di Tor Bella Monaca.

Non solo. Sempre a partire dal 28 ottobre, i primi 2 capitoli del web doc saranno fruibili gratuitamente sul sito torbellamonaca.com. I capitoli successivi, invece, saranno rilasciati con cadenza settimanale, fino al 20 novembre. Il progetto può essere seguito anche sulla pagina Instagram dedicata.

Di cosa parla il webdoc su Tor Bella Monaca

Dal tetto di una delle torri di Tor Bella Monaca, facendosi largo tra la selva di antenne e saltando il basso parapetto, lo sguardo può spaziare su tutta Roma, sfondando gli argini di una periferia grigia e opprimente. C’è chi sostiene che da lassù si intraveda addirittura il mare. Ma forse è solo la sua promessa. Una speranza tra le tante che scandiscono la storia di Tor Bella Monaca e la vita dei suoi abitanti, da sempre. Era il 1983 quando vennero consegnate le prime chiavi degli alloggi popolari appena realizzati: Tor Bella Monaca sembrava la concretizzazione di un sogno, una terra promessa per tante famiglie senza casa.

La realtà si rivelò fin da subito molto diversa, perché nel nuovo e ambizioso quartiere non c’era nulla o quasi, tutto andava conquistato, lotta dopo lotta. "Da quassù si vede il mare" ripercorre questi quattro decenni sofferti e vitali, seguendo il filo rosso che li tiene insieme: il carattere indomabile di una comunità decisa a far valere il proprio diritto a una vita dignitosa. Lo fa attraverso la formula del web-doc immersivo e interattivo, che chiede allo spettatore di uscire dalla propria passività per trasformarsi in esploratore del passato e del presente di un quartiere che vuole liberarsi dai pregiudizi.

Il documentario si snoda lungo quattro capitoli, che dalla nascita del quartiere arrivano fino al ritratto dell’attuale comunità educante, mettendo insieme video, foto, interviste, testimonianze e materiale di archivio. Un affresco corale che restituisce a Tor Bella Monaca una tridimensionalità troppo spesso negatagli dalle cronache.

Legalità a Tor Bella Monaca, Don Antonio Coluccia e i parroci del territorio celebreranno una messa all'aperto 

Da Tor Bella Monaca al Parco degli Acquedotti in marcia per il Memorial Stefano Cucchi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa del Cinema di Roma, arriva il webdoc su Tor Bella Monaca: quando e dove vederlo
RomaToday è in caricamento