rotate-mobile
#RomeFilmFest
Festa del Cinema di Roma / Villaggio Olimpico / Via Pietro de Coubertin, 30

Festa del Cinema, il red carpet parla romano: da Mezzogiorno a Santamaria ecco chi c’è

In proiezione il film vincitore della Palma d'Oro a Cannes "Triangle of Sadness" di Ruben Östlund. Attesa per Amsterdam di David O. Russell e l'incontro con Paolo Virzì. Proiezione speciale per Walter Veltroni

Amsterdam di David O. Russell, Educazione fisica di Stefano Cipani e Triangle of Sadness di Ruben Östlund, vincitore della Palma d’Oro a Cannes: sono questi i tre film protagonisti della giornata odierna alla Festa del Cinema di Roma.

Amsterdam di David O. Russell

Per la sezione Grand Public ecco Amsterdam di David O. Russell: il film sarà proiettato alle ore 18.30 presso la Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone. Il regista e sceneggiatore, gran tessitore di trame che s’intrecciano e si ribaltano e di apparenze che ingannano, racconta la storia di tre amici, un medico, un’infermiera e un avvocato che, da testimoni di un omicidio, finiscono per diventare i principali sospettati. Mentre cercano di salvaguardare la loro reputazione, i tre scoprono di essere al centro di uno dei complotti più sconvolgenti della storia degli Stati Unitii.

Educazione fisica di Stefano Cipani

Alle ore 16 nella stessa sala si terrà l’anteprima di Educazione fisica di Stefano Cipani. Alla sua opera seconda, il regista affronta – dopo Mio fratello rincorre i dinosauri – un altro soggetto “sensibile”, un fattaccio del quale sono accusati tre minorenni. Tratto dalla pièce “La palestra” di Giorgio Scianna e sceneggiato dai fratelli D’Innocenzo, Educazione fisica è un teso film da camera, ispirato nella forma a classici processuali come La parola ai giurati di Sidney Lumet.

Il vincitore della Palma d'Oro a Roma

Nella sezione Best of 2022, la Festa presenterà Triangle of Sadness di Ruben Östlund, vincitore della Palma d’Oro a Cannes: la proiezione si terrà alle ore 21.30 presso la Sala Petrassi. Il regista firma uno scatenato collage grottesco, sulla falsariga dei suoi precedenti film, come Forza maggiore e The Square (altra Palma d’Oro). I protagonisti, un modello e una modella – belli, giovani, eleganti, fidanzati e conflittuali – sono in crociera sul Mediterraneo: vi partecipano anche miliardari, oligarchi, imprenditori. All’improvviso, una brutta tempesta: i superstiti del naufragio finiscono su una spiaggia deserta.

Kill Me If You Can di Alex Infascelli

Nella sezione Proiezioni Speciali (ore 21.30, Sala Sinopoli), si terrà Kill Me If You Can di Alex Infascelli che racconta la storia di Raffaele Minichiello, autore del dirottamento più lungo della storia. Un personaggio sereno, sorridente, quasi surreale – con una normale vita familiare e lavorativa e qualche mistero sottostante – che viene inquadrato dall’autore anche attraverso materiali di repertorio e le testimonianze dei membri dell’equipaggio e dei passeggeri del volo.

Le proiezioni speciali

Alle ore 19 in Sala Petrassi, fra le Proiezioni Speciali, sarà presentato Ora tocca a noi – Storia di Pio La Torre di Walter Veltroni. Quarant’anni fa, la mattina del 30 aprile 1982, Pio La Torre, politico, sindacalista, segretario regionale del Pci in Sicilia, fu assassinato insieme al suo amico e collaboratore Rosario Di Salvo mentre si recava in ufficio a Palermo. Tante interviste e materiali di repertorio per il film tra realtà e ricostruzione con cui Walter Veltroni, insieme alla sceneggiatrice Monica Zappelli (da I cento passi a Nour), ricorda un uomo che si ostinava a voler cambiare il mondo e la sua terra.

La chiusura del concorso  Progressive Cinema

Il Concorso Progressive Cinema si chiuderà oggi con le proiezioni di The Hotel di Wang Xiaoshuai e In A Land That No longer Exists di Aelrun Goette. Il nuovo film di Wang Xiaoshuai, regista di spicco della cosiddetta sesta generazione di cineasti cinesi, sarà presentato presso il Teatro Studio Gianni Borgna alle ore 19.30. Impossibilitato a muoversi e non potendo rientrare in Cina a causa del lockdown, il regista decide – insieme a un gruppo di amici, cineasti, sceneggiatori e artisti – di girare un film che è una meditazione sui devastanti effetti della pandemia, cogliendo il senso di intrappolamento, confusione, apatia, la frustrazione crescente e l’instabilità sentimentale che tutti abbiamo provato nei giorni del confinamento.
 
Alle ore 22, nella stessa sala, sarà la volta di In A Land That No longer Exists, primo film di finzione di Aelrun Goette: a pochi mesi dalla caduta del Muro, per una sua foto apparsa casualmente su Sibylle (il Vogue dell’Est), una diciassettenne di Berlino Est si trova immersa nel mondo della moda. Tra fotografi, modelle, nuove idee e stili di vita, il film è basato su fatti realmente accaduti.

I film al MAXXI

Nella sezione Freestyle saranno proiettati due film. Alle ore 17 al MAXXI si terrà il documentario Jane Campion, la femme cinéma di Julie Bertuccelli: un autoritratto in forma di ritratto, accompagnato solo dalle parole di Jane Campion, tratte dalle numerose interviste cui l’autrice neozelandese non si è mai sottratta, passando dall’autobiografia all’analisi dei propri film. Per celebrare la carriera e l’opera di Jane Campion, la Festa ospiterà alle ore 19, sempre al MAXXI, un Paso Doble dal titolo “Viva Jane Campion!”: protagoniste dell’incontro con il pubblico la regista Julie Bertuccelli e l’attrice Valentina Cervi, scelta a soli diciannove anni da Campion per entrare nel cast di Ritratto di signora.
Alle ore 21, il MAXXI ospiterà La croce e la svastica di Giorgio Treves, che affronta una storia poco conosciuta: la persecuzione e la deportazione dei cristiani europei da parte del regime nazista.

Paolo Virzì incontra il pubblico

Alle ore 16.30 in Sala Petrassi, Paolo Virzì, uno dei più applauditi e premiati registi italiani, sarà protagonista di un incontro con il pubblico durante il quale parlerà del suo film d’esordio, La bella vita (1994). Grazie a questo lavoro, presentato alla Festa in una speciale versione “director’s cut” con il restauro effettuato da Motorino Amaranto e Cineteca di Bologna, Virzì ha conquistato il David di Donatello e il Nastro d’argento come miglior regista esordiente.

Il film del CONAI

Alle ore 14.30 presso il Teatro Studio Gianni Borgna (ingresso gratuito), CONAI - Consorzio Nazionale Imballaggi presenta, in anteprima nazionale, Tutto si trasforma di Alessandro Lucente, un docufilm che racconta i primi venticinque anni di storia del consorzio. L’economia circolare ante litteram nasce proprio venticinque anni fa in Italia, con l’istituzione del sistema CONAI, per lo sviluppo della raccolta differenziata e dell’avvio a riciclo dei rifiuti di imballaggio di acciaio, alluminio, carta, legno, plastica, bioplastica e vetro. Il docufilm Tutto si trasforma ne ripercorre la genesi e i primi successi, attraverso immagini d’archivio e interviste esclusive a politici, imprenditori, ricercatori ed esperti. Il film sarà presentato dal regista affiancato da Luca Ruini (Presidente CONAI), Giandomenico Mosco (Professore ordinario di Diritto commerciale presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università Luiss Guido Carli di Roma), Edo Ronchi (ex Ministro dell’Ambiente, ora Presidente di Asvis Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile), Laura d’Aprile (Capo Dipartimento Sviluppo Sostenibile Ministero della Transizione Ecologica - MITE), Marco Ravazzolo (Responsabile Ambiente Confindustria).

"Giovanna Cau – L’avvocatessa del Cinema”

Alle ore 17, sempre al Teatro Studio Gianni Borgna, si terrà l’evento dal titolo “Giovanna Cau – L’avvocatessa del Cinema” a ingresso gratuito. La Festa del Cinema ricorda la figura di Giovanna Cau e promuove il premio alla sua memoria. Un riconoscimento che offrirà delle opportunità ai giovani laureati in Giurisprudenza, interessati a studiare ed esplorare lo stesso settore in cui lei, per anni, è stata protagonista assoluta. Ne parleranno con il pubblico Alessandra Bartoleschi, Anna Contardi, Carlo Degli Esposti, Gianni Di Gregorio, Gian Luca Farinelli, Felice Laudadio, Luisa Laurelli, Dacia Maraini, Guendalina Ponti, Georgette Ranucci, Francesco Rutelli, Luciano Sovena, Marco Spagnoli, Walter Veltroni, Nicola Zingaretti, Laura Delli Colli.
 
Alle ore 15.30 il MAXXI ospiterà un incontro sui distributori cinematografici internazionali, all’interno della serie “Dialoghi sul futuro del cinema italiano”. Protagonisti del panel saranno Paola Corvino (Intramovies), Gianluca Curti (Minerva Pictures), Gaetano Maiorino (True Colours), Catia Rossi (Vision Distribution), Michael Weber (The Match Factory).

I documenteari di Storia del Cinema

La Sala Cinecittà della Casa del Cinema ospiterà due documentari nel programma della sezione Storia del Cinema. Alle ore 18.45 (Sala Cinecittà) sarà presentato Pasolini, cronologia di un delitto politico di Paolo Fiore Angelini che ricostruisce la vera vicenda dell’omicidio di Pasolini attraverso testimonianze e materiale d’archivio. Alle ore 21.15 si terrà I magnifici 4 della risata che ricostruisce, attraverso gags, backstage e interviste, la stagione del cinema e i meccanismi della comicità che decretarono l’enorme successo di Roberto Benigni, Francesco Nuti, Massimo Troisi, e Carlo Verdone. Entrambe le opere saranno presentate dai rispettivi registi.
Sempre nella Sala Cinecittà alle ore 15.30 sarà proiettato i Magliari di Francesco Rosi in versione restaurata nel centenario della nascita del grande regista.
 
Tre in titoli in programma nella retrospettiva “Ms. Woodward and Mr. Newman”: Effect of Gamma Rays on Man-in-the-Moon Marigolds di Paul Newman (ore 11, Sala Cinecittà), The verdict di Sidney Lumet (ore 18.15, Sala Cinecittà) e, in replica, Sometimes A Great Notion di Paul Newman (ore 20.45, Sala Kodak).
Presso la Casa del Cinema (ore 16.30) sarà anche possibile rivedere il sesto episodio di The Last Movie Stars di Ethan Hawke.
 
Dopo l’evento del 18 ottobre, MediCinema incontra nuovamente la diciassettesima edizione della Festa del Cinema di Roma presso il Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS. Alle ore 16, sarà proiettato La Stranezza, nuovo lavoro di Roberto Andò, con un cast sorprendente formato da Toni Servillo, Salvatore Ficarra e Valentino Picone. Lo stesso film, alle ore 19.30, sarà mostrato a Palazzo Migliori, la Casa per i Poveri del Papa che, dopo l’esperienza dello scorso anno, ospiterà di nuovo un evento della Festa grazie alla donazione di un sistema di video-proiezione da parte della Film Commission Roma Lazio e della Regione Lazio.
 
Per la prima volta, invece, la Casa circondariale di Latina ospiterà la proiezione speciale di un film della Festa: alle ore 9.30, Il Principe di Roma di Edoardo Falcone.

Le repliche in città

Venerdì 21 il programma di repliche del Cinema Giulio Cesare si aprirà in sala 1 con Souvenir D’Italie (ore 16) e proseguirà con The Hotel (ore 20) e In A Land That No Loger Exists (ore 22.30). In sala 3 saranno proiettati Educazione fisica (ore 16.30) e Kill Me If You Can (ore 22) mentre in sala 5 Bassifondi (ore 17), Amsterdam (ore 19) e Triangle Of Sadness (ore 22). Infine, la sala 7 mostrerà nuovamente al pubblico ABOrismi, ritratti e autoritratto e Bice Lazzari - Il Ritmo e l'ossessione (ore 12.30), Self-Portrait As A Coffee Pot (ore 16) e Ora tocca a noi – Storia di Pio La Torre (ore 21). Il Teatro Palladium, alle ore 20.30, proietterà il film in Concorso El Caso Padilla di Pavel Giroud.
Doppia proiezione a Scena con Self-Portrait As A Coffee Pot di William Kentridge e Polański, Horowitz. Hometown di Mateusz Kudła e Anna Kokoszka-Romer rispettivamente alle ore 18.30 e alle ore 21. Presso il Nuovo Cinema Sacher sarà invece possibile rivedere alle ore 16.30 El Caso Padilla, alle ore 18.15 Drei Frauen Und Der Krieg e alle ore 21 Il Colibrì di Francesca Archibugi. Continua la collaborazione tra le sale AGIS e ANEC e la Festa del Cinema di Roma. Il Nuovo Cinema Aquila proietterà tre titoli: Souvenir d’Italie (ore 17.30), Bassifondi (ore 19.30), alla presenza del regista Trash Secco e dei protagonisti Romano Talevi e Gabriele Silli, e I morti rimangono con la bocca aperta (ore 21.30). Sono due, invece, le librerie indipendenti coinvolte nel programma odierno: Libreria Via Piave e Libreria Altroquando che proietteranno Roma Isola Aperta di Monkeys Video Labs rispettivamente alle ore 18 e alle ore 20.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa del Cinema, il red carpet parla romano: da Mezzogiorno a Santamaria ecco chi c’è

RomaToday è in caricamento