Lunedì, 21 Giugno 2021
Eventi Testaccio / Largo Dino Frisullo

L’Altra Città di Testaccio: concerti, cinema e street food per rilanciare l’Ex Mattatoio

Dal 6 giugno il Campo Boario ospita la rassegna "Eutropia. L'Altra Città": tre mesi di concerti, cinema, dj-set e rassegne gastronomiche per riqualificare l'Ex Mattatoio. Tra i live in cartellone Capossela, Bregovic e Baustelle

La Città dell'Altra Economia a Testaccio

Concerti, cinema, dj-set e street food. Tre mesi di eventi e un cartellone di live (si va dai Baustelle a Goran Bregovic) ad un prezzo 'politico'. Dal 6 giugno l’Ex Mattatoio di Testaccio ospita "Eutropia. L’Altra Città", nuova rassegna dell’Estate Romana che nasce dall’esperienza del Consorzio Città dell’Altra Economia, realtà che da circa un anno (e per i prossimi cinque) gestisce gli spazi del Campo Boario. Tra gli organizzatori figurano inoltre l’Arci Lazio, la Cooperativa Frontiere e parte del collettivo dello storico festival di Villa Ada, Roma Incontra il Mondo.

La rassegna è stata presentata questa mattina alla presenza dell’Assesore alle Periferie di Roma Capitale Paolo Masini, Andrea Ferrante (Presidente Consorzio Città dell’Altra Economia) e degli organizzatori della rassegna (Alberto Giustini presidente dell’Arci Lazio, Luca Bracci, direttore artistico e Giovanni Capalbo responsabile del coordinamento artisti). 

UNA CITTA’ PER TUTTI - Gli organizzatori hanno spiegato che la rassegna si articolerà su quattro proposte ed altrettanti momenti: musica, socialità, cinema e dj-set. Ma a dispetto del cartellone (di alto livello) la conferenza stampa è stata incentrata più che altro sullo spirito del festival. Il primo dato da rilevare è che 'Eutropia' non vuole essere una rassegna esclusivamente giovanilistica. "Non vogliamo stressare il territorio ma coinvolgerlo", ha precisato il presidente dell’Arci Giustini. E per coinvolgere i cittadini di Testaccio gli organizzatori hanno pensato a proposte di sicura presa come il cinema all’aperto e il binomio calcio-gastronomia nelle notte dei mondiali. 

CONCERTI E DJ SET - Si parte il 6 giugno con i classici della tradizione romana rivisitati da L’Orchestraccia e si continua fino a settembre inoltrato. Molto varie le proposte in cartellone che spaziano dalla musica popolare (Eugenio Bennato) al reggae (Sud Sound System, Alpha Blondy, 99 Posse), dai suoni balcanici di Goran Bregovic alle realtà più importanti del panorama italico (Vinicio Capossela, Marlene Kuntz, Baustelle, Frankie Hi Nrg, Giovanni Lindo Ferretti e tanti altri). Da mezzanotte alle due la cittadella diventerà invece una grande pista da ballo all’aperto. Dal funky allo swing, dal beat al rock and roll, i Dj de L’Altra Città promettono un set diverso per ogni notte d’estate. 

EUTROPIA FESTIVAL: TUTTI I CONCERTI IN PROGRAMMA

CUCINA ETNICA E MONDIALI DI CALCIO - Dal 16 al 26 giugno la cittadella ospita AltroMondiale, evento che in concomitanza con le partite del mondiale proporrà musica e cibo delle nazioni che partecipano a Brasile 2014. Prima degli incontri si esibiranno musicisti della nazionalità delle due squadre in campo e in uno stand dedicato alla cucina etnica sarà possibile degustare i piatti tipici delle nazioni che si sfidano. Nel corso della rassegna sono previste altre manifestazioni all’insegna della gastronomia come 'Veg in Rome', il festival di cucina vegana dal 13 al 15 giugno. 

IL CINEMA - La rassegna di cinema all’aperto parte invece il primo agosto. Anche in questo caso il cartellone è molto vario e prevede tanto il blockbuster quanto il cinema d’autore. Si va così da "Hunger Games" e "Sole a Catinelle" al "Capitale Umano" di Virzì. Il biglietto per le proiezioni è di cinque euro e gli organizzatori assicurano che ci saranno ulteriori promozioni.     

UNA RASSEGNA SOCIALE - È stato sottolineato in più occasioni l’aspetto ‘sociale’ di "Eutropia", perché la Capitale "ospita tanti festival ma in pochi possono spendere 70 euro per un biglietto". Il prezzo dei concerti sarà dunque ‘politico’, così come quello dei film in rassegna. Merito di un’organizzazione che porta avanti la filosofia del privato sociale, che significa attenzione per il territorio coniugata ad una proposta di eventi che "spesso costano meno di quelli organizzati dal Comune". 

L’EX MATTATOIO - Il rilancio delll’Ex Mattatoio è stato un punto su cui hanno insistito molto sia gli organizzatori che l’Assessore alle Periferie Paolo Masini. Il progetto è partito nel 2012 con l’affidamento dell’area al Consorzio Città dell’Altra Economia. "La nostra scommessa - ha spiegato il presidente del consorzio Ferrante - è restituire ai cittadini romani uno dei posti più belli di Roma". Certo qualche zona grigia c’è ancora, ma per gli organizzatori il festival può essere una grande occasione di rilancio. Ferrante l'ha messa così:"Diciamo che ora abbiamo davanti una bella signora a cui dobbiamo mettere l’abito da sera". 

Masini nel suo intervento ha auspicato la trasformazione dell’Ex Mattatoio in una "cittadella inclusiva". L’Assessore ha definito la zona di Campo Boario "uno dei posti più belli d’Europa" aggiungendo che "questo pezzo di città nei prossimi anni vedrà un grandissimo sviluppo. Alcune aree dell’ex Mattatoio sono già state ristrutturate, altre anche grazie all’impegno degli altri Assessorati verranno riqualificate nei prossimi anni". Insomma, Masini non ha dubbi: "Questo diventerà uno dei posti più belli di Roma".  ?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Altra Città di Testaccio: concerti, cinema e street food per rilanciare l’Ex Mattatoio

RomaToday è in caricamento