Emozioni dal Mondo per un'Italia Plurale al Gran Teatro

Artisti italiani e stranieri insieme per la solidarietà, l'interazione culturale, la ricerca, il diritto allo studio. Questi ed altri i valori sostenuti da "Emozioni dal Mondo per un'Italia Plurale", rassegna pro-Telethon e per il diritto allo studio. Un affascinante viaggio attorno al Mondo, con i tributi della Banda Musicale dell'Arma dei Carabinieri e della Scuola di Danza del Teatro dell'Opera di Roma diretta da Laura Comi. Momenti di riflessione e comicità saranno assicurati dagli attori Simona Marchini, madrina della manifestazione, e Francesco Pannofino. In scena uno dei massimi esponenti della musica tradizionale africana, Gabin Dabiré, e tre grandi interpreti della canzone d'autore italiana: il cantautore Edoardo De Angelis, il chitarrista e compositore degli Avion Travel Fausto Mesolella e la cantautrice folk Lucilla Galeazzi. Tanti altri i nomi illustri e le giovani promesse della serata. Presentano: Iman Sabbah, Danilo Brugia e Viola Graziosi.

Tante arti, un linguaggio comune. Interpreti di ogni epoca e provenienza si uniranno per promuovere i valori di una società senza confini. "Emozioni dal Mondo per un'Italia Plurale" intende così contribuire alla ricerca sulle malattie genetiche e promuovere al contempo la solidarietà fra comunità e generazioni di un'Italia multiculturale. La rassegna, infatti, permetterà di condividere con il pubblico le migliori esperienze di convivenza fra le varie culture che negli anni si sono affermate a Roma, dando particolare risalto a chi si è impegnato nel volontariato.

Le finalità. "L'obiettivo è rilanciare il ruolo delle comunità straniere nel nostro tessuto sociale, in particolare in una grande città come Roma. Attraverso l'universale linguaggio della musica metteremo in contatto Paesi e culture diverse all'interno di un unico evento", afferma l'on. Khalid Chaouki, presidente di "Emozioni dal Mondo per…". Universali e inviolabili sono anche i diritti alla salute e allo studio che l'associazione intende sostenere con l'aiuto del pubblico e assieme ai vari partner, tra cui l'Ordine degli Avvocati di Roma che ha finanziato la borsa di studio per gli studenti di Giurisprudenza.

Come contribuire.Per partecipare alla rassegna artistica è possibile effettuare una donazione a "Emozioni dal Mondo per….. ONLUS" alle seguenti coordinate bancarie: IT72O0100503211000000001025 - causale: "Liberalità di NOME COGNOME" oppure si può fare la donazione direttamente al Gran Teatro la sera dell'evento inviando un messaggio all'indirizzo di posta elettronica edmonlus2014@gmail.com indicando nome e cognome, importo della donazione, numero di posti da prenotare ed un recapito telefonico. Tutte le informazioni relative alla serata e alle modalità di donazione sono reperibili sul sito internet dell'associazione.

Appuntamento giovedì 11 dicembre 2014, ore 21 al Gran Teatro di Roma - Saxa Rubra.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Sunset Drive In, il cinema estivo all'aperto a Cinecittà

    • dal 3 luglio al 3 ottobre 2020
    • Cinecittà Studios
  • Apre Il Regno di Babbo Natale: un mondo incantato a un'ora da Roma

    • dal 18 settembre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Vetralla (VT)
  • Festa del maritozzo, 30 proposte dolci e salate da Eataly

    • dal 2 al 4 ottobre 2020
    • Eataly Roma
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    RomaToday è in caricamento