El Circulo Eterno all'Auditorium Parco della Musica

La mostra, attraverso un percorso di video, foto e testi, è un omaggio a un artista eccezionale che torna al centro della scena. Star di fama mondiale, Harald Kreutzberg (1902–1968), chiamato dalla Zürcher Zeitung il “re dimenticato della danza espressionista”, è stato scelto da DanceLab Berlin come fonte d’ispirazione per un’opera di danza contemporanea e una riflessione sulla tradizione della danza moderna tedesca. 

Come figura storica Kreutzberg è un fenomeno ambivalente: da un lato artista rivoluzionario, dall'altro connivente col regime nazista, si sentiva in obbligo solo verso la propria arte. Definito dal “New York Times” (1927) "il miglior ballerino dai tempi di Nižinskij”, danzatore e coreografo, si esibì in lunghe tournée in Germania e all'estero, raccogliendo ovunque reazioni entusiaste. Kreutzberg è un talento poliedrico.

Aperto e sperimentale, nei suoi spettacoli si serve anche del linguaggio, ampliando il repertorio dei mezzi espressivi. Il suo esempio e il suo rapporto libero e naturale con ruoli maschili e femminili incoraggiano anche altri (come ad esempio José Limón) a intraprendere una professione considerata “poco virile”. Nel dominio prettamente femminile della danza espressionista, Kreutzberg mette ancora più in evidenza la figura del danzatore.  

Oggi tutto questo si traduce in alcune domande fondamentali: come si sviluppa l'identità tra uniformità e individualità? Che cosa significano “maschile” e “femminile” sullo sfondo del dibattito sul gender? E qual è oggi il ruolo del danzatore di sesso maschile?
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Back to nature, installazioni d'artista a Villa Borghese

    • Gratis
    • dal 15 settembre al 13 dicembre 2020
    • Villa Borghese
  • Il tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione di Roberto Longhi, prorogata la mostra

    • dal 16 giugno 2020 al 10 gennaio 2021
    • Musei Capitolini, Palazzo Caffarelli

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Back to nature, installazioni d'artista a Villa Borghese

    • Gratis
    • dal 15 settembre al 13 dicembre 2020
    • Villa Borghese
  • Il Regno di Babbo Natale, un mondo incantato a un'ora da Roma

    • dal 18 settembre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Vetralla (VT)
  • Il tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione di Roberto Longhi, prorogata la mostra

    • dal 16 giugno 2020 al 10 gennaio 2021
    • Musei Capitolini, Palazzo Caffarelli
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RomaToday è in caricamento