Duoende presenta Rosa&Dmitri, un dialogo musicale tra organetto, pianoforte e voci

Domenica 22 settembre al Teatro Euclide di Roma, Duoende, duo nato dall’incontro fra la pianista classica Giulia Grassi e l’organettista Francesco Berrafato, presenta il nuovo album Rosa&Dmitri. Saranno ospiti della serata Claudia Bombardella e Gabriella Aiello.

Il titolo Rosa&Dmitri rinvia alla cantautrice popolare Rosa Balistreri e al compositore classico Dmitri Shostakovich, che si incontrano e danzano insieme nel brano Cu ti lu dissi.

L’album Rosa&Dmitri, registrato a Kristiansand (Norvegia) ed edito da RadiciMusic Records di Arezzo, vede la collaborazione di Claudia Bombardella al clarinetto e alla voce. Attraverso sia la composizione di un repertorio originale, che la reinterpretazione di brani del repertorio classico e tradizionale, il cd vuole rappresentare un dialogo tra i diversi generi musicali ed una fusione tra la struttura della musica classica occidentale e la circolarità e libertà tipiche della musica tradizionale. Il modo condiviso di sentire la musica è il punto di incontro di Duoende. Nel particolare duo il genere musicale tende a perdere la sua importanza in favore di una comune sensibilità, così che l’organetto possa assorbire sonorità classiche e il pianoforte ritrovarsi coinvolto nei suoni della tradizione.

Come in un racconto il CD si apre e si chiude con due brani brevi chiamati rispettivamente Prologo ed Epilogo. In Stabat Mater si incontrano Béla Bartók e Zoltàn Kodàly autori che condividevano un’amicizia e la passione per gli studi sulla tradizione popolare. Gli autori hanno fuso i due temi di questi compositori volendo creare una versione allo stesso tempo spirituale e terrena di questa preghiera in cui la Madonna guarda il figlio sulla croce (Ospite del brano Claudia Bombardella alla voce e al clarinetto). Hagamos un trato: è un brano del duo, cantato, costruito sull’omonima poesia d’amore del poeta uruguayano Mario Benedetti che in italiano vuol dire facciamo un patto. Nel cd anche Campane, brano in cui affiora un tema di Mozart (primo movimento della Sonata k545 per pianoforte) pieno di sonorità diverse fra di loro, dal classico, all'improvvisazione, a melodie "zingare". Lontano affronta il tema della distanza e del bisogno di andare, di muoversi per cercare una strada. (Ospite Claudia Bombardella alla voce e al clarinetto). In Cordis si sperimentiamo i suoni interni al pianoforte (cordiera, risonanze, percussione) e la voce è usata come uno strumento: canta senza parole, solo per evocare sensazioni. (Ospite Claudia Bombardella alla voce)

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Teatro de’ servi, una nuova doppia stagione

    • dal 24 settembre 2020 al 31 maggio 2021
    • Teatro de' Servi
  • Teatro Lo Spazio, la stagione 2020-2021: tutti gli spettacoli

    • dal 15 ottobre 2020 al 6 giugno 2021
    • Teatro Lo Spazio
  • "Mai Più Senza!", la stagione 2020/2021 de L'Altrove Teatro Studio

    • dal 24 ottobre 2020 al 2 maggio 2021
    • Altrove Teatro Studio

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Alberto Sordi, mostra nella sua villa a 100 anni dalla nascita

    • dal 16 settembre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Villa di Alberto Sordi
  • "Balloon Museum", il primo museo del palloncino in un'ex deposito Atac a Roma

    • dal 11 febbraio al 14 marzo 2021
    • ex Deposito Atac, Pratibus District
  • I Marmi Torlonia, la mostra ai Musei Capitolini

    • dal 25 settembre 2020 al 27 giugno 2021
    • Villa Caffarelli
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RomaToday è in caricamento