Venerdì, 25 Giugno 2021
De Magna e beve

Valerio Braschi, il creatore della lasagna in tubetto nominato "Giovane chef dell'anno"

L'ex vincitore di Masterchef porta a casa un importante riconoscimento delle Guide de L'Espresso. Il suo ristorante 1978 si aggiudica invece ben due cappelli

Per le sue scelte, spesso azzardate, alcuni lo hanno osannato, altri criticato. In piena pandemia ha sfidato la tradizione in cucina, presentando la lasagna nel tubetto e facendo diventare la carbonara un distillato. Tanta ricerca, tanta sperimentazione e soprattutto il coraggio da ventenne qual è hanno portato Valerio Braschi a vincere il premio "Giovane chef dell'anno 2021" delle Guide de L'Espresso. 

L'ex vincitore di Masterchef Italia, con il suo ristorante 1978, in via Zara 27 al quartiere Salario, si porta a casa un nuovo importante riconoscimento come chef, mentre il ristorante conquista "due cappelli" de L'Espresso (il massimo è cinque). 

"Oggi é un giorno speciale, uno dei più belli della mia vita", scrive sui social Valerio Braschi. "È stato un anno clamoroso, ma noi non ci siamo mai abbattuti, abbiamo continuato a spingere sempre di più, migliorandoci ogni singolo giorno. Le notti passate assieme a Riccardo Arcangeletti in cucina e a Mirko Di Simone in sala ci hanno portato a questi 2 risultati magnifici".

Qualcuno, tra i banchi di Masterchef, ci aveva visto lungo sul giovane e promettente chef. Valerio Braschi ringrazia il suo team per i risultati raggiunti, ma anche la famiglia, gli amici e tutti coloro che quotidianamente lo spingono a non fermarsi e a proseguire verso la meta. Non solo: il giovane chef annuncia anche la riapertura di 1978 dopo mesi di chiusura a partire da 2 giugno. 

Il 2 giugno al ristorante: i suggerimenti di RomaToday per il pranzo o la cena

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valerio Braschi, il creatore della lasagna in tubetto nominato "Giovane chef dell'anno"

RomaToday è in caricamento