rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
De Magna e beve

Pizza, è rivoluzione a Roma: 3 "big news" da sapere subito

C'è chi arriva, chi va via e chi divorzia dalla pizza napoletana per sposare la "romana". Cosa sta succedendo

Quando un pizzaiolo pluripremiato approda a Roma per la prima volta, un altro lascia dopo anni un ristorante importante, un altro ancora dice addio alla pizza napoletana per abbracciare quella romana, è abbastanza chiaro che nella Capitale è in atto una vera rivoluzione: quella della pizza. Nel giro di poche ore le notizie si sono susseguite sui social, delle "Big news" nel mondo dell'arte bianca che hanno drizzato le antenne di esperti del settore e incuriosito i tanti amanti della pizza. Cosa sta succedendo? Ve lo spieghiamo noi.

Diego Vitagliano arriva a Roma

La notizia ve l'avevamo già anticipata, entrando per primi nel nuovo locale Diego Vitagliano Pizzeria a Roma a lavori in corso. L'insegna, infatti, svetta già da qualche mese in via Flaminia 525 (zona Corso Francia), sulla palazzina a due piani che in passato ha accolto Rosso Pomodoro e Lievito Fleming. L'amatissimo pizzaiolo napoletano sta per approdare in città: l'apertura era prevista per febbraio, Vitagliano ha ritardato di qualche settimana l'inaugurazione, ma, come alcune storie hanno mostrato sui social, ora manca davvero pochissimo. 

La pizzeria romana ospiterà fino a 300 persone, si potrà mangiare la pizza napoletana, ma anche la pizza croccante (la pala romana), non mancherà un'interessante offerta beverage e un'area intera sarà dedicata al progetto senza glutine" a cui il pizzaiolo tiene particolarmente. A completare il locale è un intimo giardino coperto, che sarà sfruttabile quasi tutto l'anno.

Ivano Veccia lascia Qvinto

E se c'è chi arriva, c'è anche chi va via. Ivano Veccia, tra i pizzaioli italiani più apprezzati e premiati, tredicesimo nelle 50 Top Pizza Italia e 25esimo in 50 Top Pizza Mondo, lascia Qvinto, il ristorante che è stato la sua casa per diverso tempo e a cui il pizzaiolo ha dato davvero tanto. "La tua pizza sublime ha interessato tutti i tipi di palato - sono le parole che il ristorante ha dedicato a Veccia sui social - con le tue mani e la tua esperienza hai esaltato la tradizione di questo piatto storico ed apprezzato da tutto il mondo. Vogliamo ringraziarti per tutto questo e per tutto quello che ci hai insegnato, ne faremo tesoro. Con stima Qvinto". Grato per il suo percorso nel ristorante in zona Tor Di Quinto, per Ivano Veccia è tempo di cambiare: da Qvinto ci sarà ancora fino a fine mese. Non si conoscono, per ora, i suoi futuri progetti. Resterà nella Capitale?

Alessio Muscas da Sbanco a San Martino

Non c'è due senza tre e allora eccola la terza big news nel settore della pizza a Roma. Il protagonista è Alessio Muscas, promettente talento della scuola Callegari. In molti avranno avuto modo di assaggiare la sua "napoletana" nella pizzeria Sbanco all'Appio-Latino. Anche per lui è tempo di voltare pagina e di dedicarsi alla pizza romana: "La pizza napoletana mi ha dato tanto, ma ora mi aspetto lo stesso dalla romana". Così la sua pizza bassa e scrocchiarella, versione gourmet, con topping elaborati e studiati come un piatto di alta cucina, si potrà assaggiare da San Martino, la nuova insegna di Pizza & Bolle in zona Ostiense. 

"Il filo conduttore che mi accompagna in questo delicato passaggio dalla pizza napoletana contemporanea a quella romana - ha spiegato Muscas - è lo studio degli impasti ad alto livello e il crunchy (ho anche un tatuaggio con la scritta ‘crunch’): da Sbanco la mia napoletana aveva il cornicione croccante, la stessa croccantezza che ora ritroviamo qui da San Martino”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizza, è rivoluzione a Roma: 3 "big news" da sapere subito

RomaToday è in caricamento