Sabato, 19 Giugno 2021
De Magna e beve

Guida Michelin 2018, i ristoranti stellati di Roma: la Capitale è al primo posto

Tre nuove stelle e la città eterna torna al primo posto

La Terrazza di Fabio Ciervo, All'oro di Riccardo di Giacinto, Tordomatto di Adriano Baldassarre. Sono i tre nuovi ristoranti stellati della provincia di Roma che consentono alla Capitale, nella 63esima edizione della guida Michelin, di ritornare ad essere la provincia più stellata d'Italia: in particolare si contano un tre stelle (La Pergola), un due stelle, e 23 con l'ambita stella.

Napoli insegue con 23 ristoranti stellati e passa in seconda posizione. Milano balza al terzo posto (4 due stelle 16 una stella), superando Bolzano. 

Il significato delle stelle e i principi della Guida Michelin, uguali in tutto il mondo, sono descritti nelle pagine introduttive, in cui vengono anche spiegati i criteri di attribuzione delle stelle: merita il viaggio (tre stelle), merita la deviazione (due stelle), merita la tappa (una stella).

Tre stelle


Roma             La Pergola

Due stelle 


Roma             Il Pagliaccio

Una stella


 
Fiumicino         Pascucci al Porticciolo
Labico             Antonello Colonna Labico
Fiumicino         Il Tino
Gennazzaro         Aminta Resort
Roma             Acquolina Hostaria in Roma
Roma               All’oro
Roma             Antonello Colonna
Roma             Aroma
Roma             Assaje
Roma             Bistrot 64
Roma             Il Convivio-Troiani
Roma             The Corner
Roma              Enoteca la Torre
Roma             Glass Hostaria
Roma             Imàgo
Roma               La Terrazza
Roma             Magnolia
Roma             Metamorfosi
Roma             Per Me
Roma             Pipero
Roma              Enoteca al Parlamento Achilli
Roma              Stazione di Posta
Roma                Tordomatto

Ecco tutte le nuove stelle in Italia


    Maurizio Bufi, Villa Giulia di Gargnano
    Adriano Baldessarre, Tordomatto di Roma
    Manfred Kofler, Culinaria a Tirolo
    Luciano Villani, Locanda del Borgo di Telese Terme
    Riccardo Di Giacinto, All'Oro di Roma
    Cristoph Bob, Refettorio a Conca dei Marini a (Salerno)
    Luigi Tramontano, La Serra di Positano
    Alberto Sparacino, Conquibus a San Gimignano
    Umberto Di Martino, Florian Maison a San Paolo d'Argon (Bg)
    Francesco Brutto, Undecesimo Vineria a Treviso
    Andrea Larossa, Larossa di Alba
    Fabrizio Borraccino, Il Poggio Rosso a Castelnuovo Berardenga (Si)
    Andrea Ribaldone, Osteria Arborina nella Langhe
    Marcello Corrado, Osteria Perillà a Castiglione d'Orcia
    Alessio Longhin, Stube Gourmet (doppio premio quindi per lui)
    Matias Perdomo, Contraste a Milano
    Davide Pezzuto, D. One, Roseto degli Abruzzi
    Eugenio Boer, Essenza, Milano
    Donato Ascani e Enrico Bartolini, Glam di Venezia
    Raffaele Lenzi e Andrea Berton, "Berton al Lago"
    Roberto Conti, Trussardi alla Scala di Milano
    Fabio Ciervo, Terrazza a Roma

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guida Michelin 2018, i ristoranti stellati di Roma: la Capitale è al primo posto

RomaToday è in caricamento