Gita fuori porta a "Il Podere di Marfisa", il primo wine relais della Tuscia

Relax, ma anche buon vino, cucina ricercata, spa e stanze arredate con grande attenzione ai dettagli. Siamo a Farnese e vi portiamo a conoscere la famiglia Clarici e la sua meravigliosa tenuta

Foto da Facebook @ilpoderedimarfisa

Farnese, a circa 1 ora e mezza di auto da Roma. Siamo in provincia di Viterbo, nel bel mezzo della Tuscia. E' qui che siamo andati a scoprire il wine relais "Il Podere di Marfisa" e la tenuta "Terre di Marfisa".

Alla spalle di entrambi i progetti c'è la famiglia Clarici che, con un grande amore per la propria terra, ha scelto, da non molto, di aprire le porte di casa al pubblico. O meglio, ha creato una casa accogliente, spaziosa, capace di rispondere perfettamente a tutte le esigenze dei clienti. Un'oasi dove fermarsi a mangiare, a bere un buon calice di vino, sdraiarsi a bordo piscina a prendere il sole, concedersi relax e benessere nella spa e persino pernottare.

Ma, prima ancora di tutto questo, un posto dove arrivare in auto, spegnere i motori e staccare la spina, in un vero angolo di paradiso a circa 140 km da Roma. Quel posto da tenere presente quando si vuole trascorrere un weekend all'insegna del relax (a 360 gradi) senza allontanarsi troppo dalla città.

Siamo andati a scoprire questa realtà a conduzione familiare nel viterbese e ve la raccontiamo...

Il Podere di Marfisa, un atto d'amore per la Tuscia

Il wine-relais Il Podere di Marfisa, prende il nome dalla capostipite della famiglia Clarici, la signora Marfisa, "nonna Marfisa", nata e cresciuta a Farnese e alla quale la struttura e l'azienda agricola sono state dedicate (e anche ispirate). Bruno Clarici, con i suoi figli Nathalie e Riccardo e il nipote Marco Baroni, ha realizzato, in meno di 10 anni, un piccolo capolavoro composto da tre capisaldi: l’azienda agricola “Terre di Marfisa” che produce vino e olio, la magione di charme “Il Podere di Marfisa”, con spa e piscina interna ed esterna, il ristorante “Unicorno”, curato dalla chef Marta Cerbino che ha lavorato molti anni con Riccardo Camanini e con Inaki Aizpitart allo Chateaubriand.

Famiglia_Clarici_Osteria Unicorno_Podere_di_Marfisa_1-2

La famiglia Clarici

La storia del Wine Relais

Un primo terreno acquistato, proprio accanto alla casa della nonna, in quei campi dove, da bambini, Nathalie e Riccardo si divertivano a giocare. Un terreno al quale si sono ettari su ettari negli anni, sono stati impiantati i primi vigneti di Syrah, Petit Verdot, Sangiovese, Vermentino e incrocio Manzoni, l’uliveto, sono state realizzate le serre per coltivare prodotti da usare per le preparazioni del ristorante. Così la tenuta Terre di Marfisa ha, a poco a poco, preso forma, raggiungendo - ad oggi - 20 ettari sulle colline della Tuscia a pochi chilometri dal lago di Bolsena.

Dopo i vigneti e gli uliveti, la famiglia Clarici ha sentito l'esigenza di aprire le porte al pubblico, di creare un luogo accogliente, come il Podere di Marfisa, un agriturismo wine relais con spa nella splendida cornice della Tuscia Viterbese. Una struttura situata nella pace più assoluta, circondata solo dal verde rigoglioso delle campagne tra Farnese e Ischia di Castro, a 380 metri sul livello del mare e al confine con la Toscana. 

Country house con spa

La country house (in origine alloggi per i contadini) è una curatissima magione con 12 stanze tra Suites, Junior Suites e Comfort, tutte con vista sulla splendida tenuta e arredate con pezzi di design unici per creare un’atmosfera avvolgente, tra vigneti e ulivi. Il ristorante è luminoso e accogliente, la Spa interna vanta un’ampia piscina e offre tutti i trattamenti (dal bagno turco alla sauna ai massaggi), oltre alla piscina esterna immersa nel giardino, che guarda la campagna, sempre allietata da una piacevole brezza. 

Osteria Unicorno_Podere Marfisa__SPA-2

La spa

L'Osteria Unicorno

E da Il Podere di Marfisa anche i palati più esigenti verranno soddisfatti nel ristorante L'Osteria Unicorno - interno alla struttura - grazie alla mano della chef Marta Cerbino, giovane ma dal grande talento, in grado di proporre una cucina ricercata ma semplice e genuina, che pone al centro la tradizione, la territorialità, la stagionalità con quel tocco raffinato che fa la differenza. E il piatto viene completato dalle etichette della cantina Terre di Marfisa, vini che nascono su terreni di natura vulcanica, di matrice tufacea e che riprendono l'Antica Etruria anche nel nome: Athumi, Tesham, Thu Sha, Zamathi.

La sala ristorante conta 36 posti, ma - con l'arrivo della bella stagione - offre anche un bel patio esterno, antistante la piscina. 

La territorialità non poteva che tornare anche nel logo scelto da Terre di Marfisa, un unicorno, che trae ispirazione da Giulia Farnese, sorella di Alessandro, futuro papa Paolo III. Giulia Farnese, infatti, fece raffigurare nei suoi palazzi l’unicorno, simbolo di saggezza e purezza, forza e lealtà.

Osteria Unicorno_Tortelli ripieni di parmigiano con salsa ai pistacchi,limone e chips di carciofi-2

Tortelli ripieni di parmigiano, con salsa ai pistacchi e limone

Potrebbe interessarti

  • Saldi estivi a Roma, manca poco: quando iniziano

  • Cinema all'aperto a Roma: indirizzi e film in programma nell'estate 2019

  • Come vestirsi ad un matrimonio d'estate: consigli di stile

  • Alla scoperta della pole dance: cos'è e dove praticarla a Roma

I più letti della settimana

  • Giallo di Torvaianica, il compagno di Maria Corazza ha incontrato tre persone venerdì mattina

  • Tragedia a Torvaianica: ragazzo di 17 anni morto affogato in mare

  • Torna #vialibera: domenica 16 giugno a Roma 15 chilometri di strade solo per bici e pedoni

  • Viale Marconi: violentate e picchiate in strada. Aggressore fugge e viene investito

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 15 e domenica 16 giugno

  • Incidente sulla Roma-Fiumicino: scontro tra un'auto ed un mezzo pesante, un ferito

Torna su
RomaToday è in caricamento