rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
De Magna e beve Prati

Una nuova "vetta del gusto" apre in Prati

Uno spazio pensato per essere estremamente accessibile grazie ad una offerta trasversale che saprà divertire e accogliere ogni tipo di clientela: al settimo piano dell’Hotel Orazio Palace, nel quartieri Prati di Roma, apre Ozio Restaurant

Passione e ricerca. Questi i segreti dell'evoluzione di Achilli, storica realtà ristorativa da tre generazioni che ha annunciato in questi giorno un nuovo progetto ristorativo: Ozio Restaurant. Una moderna osteria italiana al settimo piano dell’Hotel Orazio Palace, nel quartieri Prati di Roma.  

mattiaaquilaphotography -093-2

Foto @Ozio Restaurant

Nel punto più alto della struttura ricettiva c’è quindi l’Ozio Restaurant. Un “vetta del gusto” che stupirà per bellezza ed eleganza, uno spazio pensato per essere estremamente accessibile grazie ad una offerta trasversale che saprà divertire e accogliere ogni tipo di clientela. Al centro, una proposta gastronomica capace di richiamare la tradizione attraverso sapori conosciuti che trovano però forme moderne.

mattiaaquilaphotography -094-2

Foto @Ozio Restaurant

Il progetto è completato dall'Achilli Rooftop, situato all’ottavo piano dell’Orazio Palace, che con la sua vista senza eguali offre la possibilità di vivere un’esperienza coinvolgente per tutti i sensi. Elementi d’arredo raffinati capaci di creare un ambiente accogliente, pareti in vetro dall’atmosfera internazionale, comode sedute e armoniche cromie, le due realtà gastronomiche si sviluppano su spazi esterni, ma anche su una sala interna. La fusione tra la carta dei piatti di Ozio, il divertente street food in chiave romana del Rooftop ed una miscelazione di qualità sono i punti di forza di questi spazi.

La proposta gastronomica

Le proposte sono di grande impatto gustativo, sapori riconoscibili impreziositi da tecniche all’avanguardia. Un divertente menu diviso in tre sezioni: “Per Iniziare”, “Carboidrati” e “Le Proteine”. Si può iniziare con Indivia ripiena di alici, olive e patate montate su salsa alla puttanesca (12 euro), Magnum di coda alla vaccinara con sugo di coda e cacao (16 euro) o le Capesante saltate al caffè, patate nere e piselli (18 euro). Tra i Carboidrati spiccano piatti come lo Spaghettone con pomodori del Piennolo alla brace (15 euro), la Fregola sarda risottata in brodo di astice, limone, ginepro e carpaccio di astice (25 euro) o le Chicche di patate con gamberi rossi e dragoncello (23 euro). E infine, tra le Proteine, si può trovare il Tataki di tonnetto bianco locale con insalatina di pomodori, cetrioli, olive e avocado (23 euro), il Medaglione di sogliola affumicata, con verza bianca al cartoccio (25 euro) o il Pannicolo con patate montate allo zenzero e verdurine saltate (20 euro).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una nuova "vetta del gusto" apre in Prati

RomaToday è in caricamento